Calcio Femminile / Futuro insieme per Novese e Alessandria

0
7
Calcio femminile Novese
Accordo tra Novese femminile e Alessandria

Giovani e Giovanissime calciatrici alessandrine, arriva per voi una bellissima notizia. Un sodalizio che fa ben sperare in prospettiva per la crescita di un settore inizialmente bistrattato, ora invece, per fortuna, rivalutato e promosso: quello del calcio femminile. La Novese, praticamente la principale squadra femminile della provincia, e l’Alessandria calcio, squadra professionista che gioca in Serie C, hanno messo nero su bianco, firmando l’accordo di licenza, il progetto di un futuro insieme. L’idea viene da lontano e i dettagli mancano ancora, ma si tratta di un primo passo importante che pone le fondamenta per un solido rapporto che coinvolge tutte le categorie, dalla Prima squadra alle Pulcine. Il primo passo sarà quello di veder giocare alcune partite della Serie C nazionale, in primavera, al Moccagatta e creare una nuova maglia che veda uniti i colori delle due società. Soddisfatto del nuovo corso il tecnico della Prima squadra Fossati: «Ci sarà una presentazione ufficiale della nuova divisa e di tutti i cambiamenti che faremo nel tempo, sappiamo in che direzione andare ma stiamo ancora mettendo a punto modalità e tempistiche. Noi abbiamo un’ottantina di tesserate, la scelta della Federazione di legare le professioniste ad un settore femminile e la promozione che stanno facendo ultimamente sta ridando vita e credito ad uno spicchio di realtà calcistica fino ad adesso ingiustamente bistrattata». Un mondo che per crescere deve partire dalla Scuola calcio. I grigi hanno già alcune bambine che giocano con i Pulcini e gli Esordienti maschi, ma una squadra dedicata sicuramente offre una preparazione differente. La Novese è la dimostrazione di quante volenterose piccole calciatrici vogliano crescere in questo sport: sono più di venti le piccole e giovanissime atlete, divise tra Pulcine e Under 15, che fanno parte del vivaio e la loro grinta e determinazione è assolutamente paragonabile a quella dei colleghi maschi. Saranno probabilmente loro le prime ad essere coinvolte in questo nuovo accordo, soprattutto se prenderà vita in futuro l’idea di un cambio poi di denominazione. Intanto il sodalizio in corso non potrà che permettere una crescita sotto tanti punti di vista, a partire da quello numerico, una scelta che porterà la nuova realtà ad essere un vero e proprio faro per il territorio.