Doppie squadre e grandi numeri: un Casale in gran forma

0
6
Casale Scuola calcio
Piccoli talenti sul campo del Casale

Quando si parla di Casale non si parla solo di una società di calcio, si parla di una società che ha fatto la storia del calcio italiano. Una realtà che, con alti e bassi, nonostante alcuni periodi di difficoltà, è rimasta un faro nel panorama piemontese e che ancora oggi rappresenta un’eccellenza sono solo per la Prima squadra ma anche, e soprattutto, per il Settore giovanile e per la Scuola calcio. Una delle più importanti squadre alessandrine, dunque, che non giocherà ad Alessandria. Già negli anni passati i nerostellati hanno sempre gravitato più sul panorama vercellese che su quello alessandrino, tenendo pochissimi gruppi inseriti nel comitato d’origine, quest’anno nessuna delle squadre inserite ai campionati sarà sotto la guida di Alessandria ma saranno tutte seguite da Vercelli. «Una scelta prettamente territoriale – spiega Antonio Corona responsabile della scuola calcio casalese – In realtà la norma sta nel restare nella provincia di appartenenza ma per noi sarebbe troppo scomodo, quindi abbiamo ottenuto una deroga». Una grande società, con una storia alle spalle, in un territorio piuttosto lontano da grandi centri: il bacino d’utenza dei piccoli tesserati è davvero molto ampio, cosa che permette di avere più gruppi per le varie categorie, a partire dai 2012/2013. Almeno un gruppo per ogni categoria, due per Piccoli amici, Primi calci e Pulcini, una squadra di Esordienti Misti oltre ai Fair Play e ai Fascia B: i numeri e i risultati sicuramente pagano il lavoro che la società fa da anni sul vivaio. «E’ da lì che dobbiamo partire – commenta Corona – Nella formazione e nella crescita dei più piccoli. Poi nelle giovanili, riducendo i gruppi, siamo purtroppo costretti a fare un po’ di selezione, però investiamo e crediamo molto nel nostro vivaio».