Candiolo 2009, la vittoria più bella è dedicata a Lazzari

0
42
Candiolo 2009
Candiolo 2009

Ci sono storie che diventano piccole grandi favole. Racconti che prendono vita e forma grazie a piccoli-grandi eroi. Comuni e di ogni età. Come nel caso del Candiolo 2009. Gruppo allenato dal duo storico Romagnoli e Lazzari, amici prima e più che allenatori o istruttori o che dir si voglia. Un binomio che ha guidato un gruppo di piccoli-grandi eroi alla vittoria del campionato Primaverile 2009 di Pinerolo. Un’impresa per quei piccoli-grandi eroi che però assume e ha assunto un racconto particolare e unico. Splendido nel suo lieto fine come la più bella storia che si possa raccontare. Sul campo e non solo. Cristian Lazzari infatti, il tecnico-papà, col piccolo figlio Federico nel gruppo, solo qualche mese fa, proprio all’inizio di questo nuovo capitolo di calcio e proprio mentre stava per fare la cosa che ama di più, aveva accusato un malore. Lo spavento, la paura, i giorni difficili e non semplici del ricovero e del recupero al Cto di Torino. Un pensiero e una forza che ha accompagnato il piccolo Federico, tutti i suoi compagni e il ‘socio’ Romagnoli, che settimana dopo settimana, allenamento e partita dopo partita, alla fine di ogni ‘impresa’ dei pargoli del Candiolo, aveva pensieri e parole proprio e sempre per lui, l’amico Cristian. Con i suoi piccoli grandi-eroi che gol dopo gol hanno vinto 5 partite, pareggiandone due e rimanendo imbattuti. E, con la vittoria nell’ultima giornata sull’Airaschese, hanno vinto il loro campionato. Vittoria firmata, nemmeno a dirlo, dal piccolo Federico, autore di 4 gol, e di tutta una squadra che, proprio nell’ultima sfida con l’Airaschese, aveva e ha avuto uno stimolo in più, unico e speciale: il ritorno in panchina di Cristian Lazzari, l’allenatore-papà. A bordo campo e in panchina con i suoi piccoli-grandi eroi, col ‘fratello’ Romagnoli e il destino a regalare anche al piccolo Federico lo scettro di capocannoniere del campionato con 12 reti realizzate. «La vittoria più bella, per una persona speciale e fortemente voluta da un gruppo di bambini davvero unico e speciale» ha sottolineato nel dopo-gara della sfida del destino il tecnico Romagnoli. Dedicato a Cristian Lazzari, dedicato a tutti quei piccoli-grandi eroi del Candiolo 2009. Campioncini veri dentro e già fuori dal campo!