Cerca

Al Vianney triangolare di beneficenza per l'associazione UGI

Vianney

Una domenica di calcio e divertimento può essere anche l'occasione per pensare a chi lotta ogni giorno per sconfiggere un male terribile e a chi s'impegna costantemente per aiutarli a vivere una vita normale. Succede al Vianney, dove domenica 15 aprile è stato organizzato un triangolare di beneficenza il cui ricavato (circa 900 euro) è stato interamente devoluto all'Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini. L'iniziativa è nata grazie a un gruppo di catechiste dell'omonima parrocchia che seguono alcuni ragazzi che giocano nella squadra di Esordienti Fascia B. La buona partecipazione che ha interessato l'evento è stata merito anche degli stessi ragazzi, che durante la settimana hanno contribuito a vendere ad amici e parenti le prevendite per l'ingresso. Oltre ai padroni di casa gialloblù hanno preso parte al triangolare Kl Pertusa e Bacigalupo, che non hanno esitato a prendere parte a questa lodevole iniziativa benefica.

L'associazione, che conta circa 120 volontari, ha come suo obiettivo principale quello di migliorare la qualità della vita dei ragazzi malati di tumore, fornendo assistenza e supporto alle famiglie. Claudia Ferrante, volontaria UGI e consigliera del direttivo dell'associazione, ci spiega le attività dell'onlus: «UGI è nata nel 1980 su iniziativa di alcuni genitori di bambini e adolescenti malati di tumore. Oltre alla gestione di casa UGI, che è una struttura con 22 appartamenti vicini all'Ospedale Regina Margherita offerti gratuitamente alle famiglie dei ragazzi, offriamo il nostro sostegno, economico e non solo, attraverso volontari appositamente formati. Inoltre, grazie al prezioso contributo delle donazioni, diamo anche un sostegno concreto alla ricerca, alla creazione di borse di studio e all'acquisto di apparecchiature mediche».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale