Consigli per la lettura, dal fantasy allo sport

Dal Piccolo Principe a Harry Potter

0
83
Eragon

Non è un periodo facile, questo è vero, però bisogna pur trovare la forza di reagire. Dobbiamo rimanere a casa per fare un bene a noi stessi, ma soprattutto agli altri, e alle persone anziane, che oggi hanno ancor più bisogno del nostro sostegno. Non ci è stato richiesto di fare i lavori forzati o di andare in guerra, dobbiamo solo stare a casa. Che se ci pensate non è neanche così male no?

Si sta in famiglia, ci si dedica del tempo che raramente si passa insieme, si gioca ai giochi da tavolo, alla PlayStation, ai giochi di carte e si guardano dei film e delle belle serie tv in compagnia. Ma la cosa più bella rimane leggere. Non possiamo muoverci è vero, ma possiamo viaggiare con i libri, immedesimarci in quel protagonista che viene raccontato su quelle pagine gialline avvolte da un velo di polvere.

Rovistando in libreria possiamo viaggiare nello spazio e andare sulla luna, con Il Piccolo Principe, un capolavoro adatto a grandi e piccini, scritto da Antoine de Saint-Exupéry. Possiamo vagare nel tempo, grazie ai 10 Viaggi nel tempo di Geronimo Stilton, che di certo potreste ritrovare sugli scaffali qualora aveste un fratello più grande. Altrimenti leggete qualsiasi libro di “Scamorzolo“, sarà divertente. Per i più grandi possiamo invece passare ai grandi classici come Harry Potter ed Il Signore degli Anelli, passando per le sottovalutatissime Cronache di Narnia.

Rimanendo sul fantasy la saga di Eragon non può che attirare la vostra attenzione, con quello splendido drago viola sulla copertina, che in futuro scoprirete chiamarsi Saphira. Hunger Games è un capolavoro imperdibile per i ragazzi, una trilogia che in queste settimane di quarantena divorerete senza alcun problema. Passando alle letture più impegnative si può virare sul thriller, con il mago Stephen King a calcare la penna sulle 530 pagine di The Outsider. Non fatevi spaventare, voleranno tra una paura e l’altra.

Per concludere, possiamo tornare al nostro sport preferito, il calcio, calcando il campo con i grandi campioni attraverso i loro libri. Imperdibili le autobiografie di Cruijff, Zanetti e Totti, che raccontano in modo emozionante la loro passione per il calcio. Questo è quanto insomma, di letture ne avete per un anno, altro che per un mese. Sarà un piacere riscoprire questa passione, da coltivare anche in futuro, quando tutto tornerà alla normalità, perché torneremo ad assaporarla state tranquilli.

Stefano Fede