Scuola calcio femminile: il 2019/2020 sarà da record

Sull'onda dell'entusiasmo della Nazionale maggiore

0
776
San Bernardo Luserna
San Bernardo Luserna

Il calcio femminile ha vissuto la sua stagione più rosea e le gesta della Nazionale impegnata ai Mondiali non sta facendo altro che aumentarne l’interesse. Il movimento è sulla cresta dell’onda ed anche nella Scuola calcio piemontese qualcosa si sta muovendo. Se nella stagione appena passata, su Torino, il Cit Turin è stato il fiore all’occhiello con l’impegno del Direttore, Daniele Martino, che ha portato anche all’invito alla Festa nazionale di Coverciano del Grassroots, e fuori si sono mosse bene la Novese ed il Castellamonte, ora tante società stanno provando a creare una propria area femminile. Ah, senza dimenticare anche il buon lavoro svolto dal San Bernardo Luserna.

Da qualche settimana ormai vi abbiamo accennato della nascita di un polo femminile a Venaria, con Enzo Dibisceglia responsabile, ma in zona più canavese a muoversi c’è anche il Ciriè che ha trovato in Emanuele Maselli colui che proverà a creare una Scuola calcio femminile per i nerazzurri. Scuola calcio femminile che si intende proporre per la prossima stagione anche in casa Volpiano.

Anche in quel di Vigone si proporrà il femminile, con la Vicus 2010 che ha già organizzato diversi open day per le prossime settimane. Nella Delegazione di Alessandria c’è l’Audax Orione a puntare forte sul femminile, qui infatti si partirà dalle fondamenta cercando di formare una squadra di bambine nate nel 2010. E questo è solamente l’inizio, altre società stanno facendo riflessioni in questo senso e noi saremo pronti a raccontarlo sulle pagine del nostro giornale da settembre prossimo e su quelle di Sprint e Sport in questi mesi estivi.