Cerca

Esordienti B Torino

Palio di Torino: Cenisia superstar con la doppietta di Cristoforachis, De Vecchi del Pinerolo ci prova fino alla fine

Le violette hanno la meglio sui biancoblù per 4-0 e si piazzano al secondo posto nel Girone B

Cenisia superstar con la doppietta di Cristoforachis, De Vecchi del Pinerolo ci prova fino alla fine

Il Cenisia 2010 di Diego Casale autore di una grande partita

Il girone B del Palio di Torino della categoria degli Esordienti Fb sorride al Cenisia di Michele Casale, che guadagna 3 punti preziosi e insegue la Sisport, in vetta a punteggio pieno. Sul campo del Cit-turin in corso Ferrucci, i ragazzi di Salvatore Lombardo hanno dato ai viola parecchio filo da torcere, soprattutto grazie alla difesa di Luigi Audisio e ai "guizzi" -che poco hanno da invidiare ai calciatori brasiliani- dello scatenatissimo Emil De Vecchi. Il loro grido di battaglia a inizio match, che li ha visti abbracciati mentre urlavano "Chi siamo noi? Il PI-NE-RO-LO!" ha caricato a mille lo spirito di una squadra che è rimasta unita e compatta anche nella sconfitta. Il Cenisia ha potuto contare sulla doppietta di Luca Cristoforachis, che ha avuto la prontezza di farsi trovare nel posto giusto al momento giusto, sul rasoterra imprendibile targato Luigi Lauriola e sul "tiro a palombella" di Alessandro Doro, quattro splendidi gol che hanno regalato la vittoria. 

Il Pinerolo con l'allenatore Salvatore Lombardo 

Cenisia simil ariete. I primi minuti della gara sono caratterizzati da un bel giro palla del Cenisia, che cerca di bucare la difesa del Pinerolo, ma invano; Luigi Audisio è un muro invalicabile e con interventi precisi e puntuali spezza il ritmo viola, rilanciando verso i suoi. La prima, vera occasione arriva al 5', quando Samuel Storti calcia verso la porta difesa da Francesco Caporale, ma la conclusione è timida e non impensierisce più di tanto il portiere. All'8' e al 9' ecco arrivare due gol quasi identici, messi a segno da Luca Cristoforachis: nel mucchio della difesa del Pinerolo, lui riesce ad allungare la gamba e colpire il pallone, beffando Caporale. 2-0 Cenisia! Il Pinerolo non ci sta, vuole a tutti i costi ribaltare il match e, per farlo, affida l'azione a Emil De Vecchi e ai suoi dribbling che lasciano il pubblico a bocca aperta: un sombrero e un paio di finte e il centrocampo viola è superato, quand'ecco che il prodigioso attaccante viene fermato da Giorgio Artigiani e Luca Comparetto al 12'. Ancora lui, un minuto più tardi, indirizza in porta un tiro da calcio di punizione dal limite dell'area, ma Samuele Montalto ci mette i pugni e spedisce in angolo al 14'. La prima frazione di gioco si conclude con l'intervento pulito di Francesco Pellegrino in chiusura sulla corsa di Lorenzo Braghiroli involato sulla fascia.

A riccio. Dal fischio arbitrale, il Pinerolo è tutto proiettato in avanti: al 1' il solito De Vecchi con uno strabiliante tiro al volo accarezza la traversa. Che occasione! La rimessa di Montalto arriva dritta tra i piedi di Luigi Lauriola che alza la testa, individua un buco nella difesa e lascia partire un potente rasoterra angolato su cui Caporale non può arrivare...3-0 Cenisia! Al 10' Braghiroli si smarca e tira in porta, ma la conclusione è alta di un soffio. La difesa del Pinerolo si chiude a riccio, rendendo molto difficile agli attaccanti viola rendersi di nuovo pericolosi; al 13' la squadra di Lombardo ottiene un calcio di punizione da una posizione davvero allettante, e l'affida a De Vecchi... lui calcia direttamente in porta e Giorgio Artigiani svirgola male rischiando l'autogol, ma Montalto è pronto e fa sua la sfera. Brivido! Al 15' Braghiroli tenta la conclusione per firmare il tabellino, ma deve vedersela con la marcatura strettissima di Audisio che, come un'ombra, non lo molla di un centimetro e gli mura il tiro. Agli sgoccioli della seconda frazione di gioco, Lauriola galoppa sulla fascia, liberandosi di Ivan Lamura, crossa in mezzo e pesca il piatto di Alessandro Doro, che con la palombella insacca alle spalle di Caporale. 4-0 Cenisia, che partita! 

Pinerolo tanta grinta. Comincia il terzo tempo e le squadre paiono non accusare la stanchezza: al 4' ancora Pinerolo in avanti, un po' timido, con i dribbling di Lorenzo Pellegrino che semina tutti e tenta di far tutto da solo, ma viene chiuso da Artigiani. Sessanta secondi più tardi i biancoblù ci riprovano con il cross del vicecapitano Samuel Storti che crossa in area per il compagno e capitano Francesco Caprì...che non aggancia per un soffio! Che gol sarebbe stato! Ancora Pinerolo in avanti al 6' con il tiro a sorpresa da centrocampo di Caprì, Montalto si allunga e respinge col pugno. E' il minuto 11 quando i ragazzi di Lombardo avanzano col tridente Pellegrino-De Vecchi-Cane, che con belle triangolazioni guadagnano fazzoletti preziosi di terreno, prima che il Cenisia li "combatta" con un altro tridente, Storti-Caprì-Artigiani, che riesce a spezzare la magia e disinnescare la minaccia. Allo scadere, l'ultimo brivido della gara, sempre targato Pinerolo: De Vecchi prende coraggio e si lancia in avanti in solitaria, dribbla agilmente Artigiani e tira di esterno, ma la conclusione è troppo angolata e finisce sul fondo.

IL TABELLINO

CENISIA-PINEROLO 4-0

RETI: 8' Cristoforachis (C), 9' Cristoforachis (C), 3' st Lauriola (C), 16' st Doro (C).
CENISIA: Montalto, Musacchi, Caprì, Artigiani, Comparetto, Luison, Storti, Braghiroli, Pennisi, Monzer, Lauriola. A disp. Doro, Cristoforachis. All. Casale. Dir. Cima - Gallo.
PINEROLO: Caporale, Cozzitorto, Cane, Audisio, Lamura, Costa, Belardo, Bouchard, De Vecchi , Piras, Pellegrino. A disp. Baldoncini. All. Lombardo. Dir. Costa - Bouchard.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale