Cerca

Il Real Soccer Dream Team, gli Esordienti del condottiero Paolo Vichi

Paolo Vichi e Real Soccer
Paolo Vichi, allenatore degli Esordienti del Real Soccer Team, vive il calcio sia dentro che fuori dal campo. Bomber nato e attaccante letale, ha segnato diversi gol in rovesciata, in perfetto stile Oliver Hutton. Mentre giocava nella squadra del San Grato, poi, gli è giunta la domanda fatidica che ha cambiato ogni cosa: «Ti andrebbe di provare ad allenare?». In quel momento è cominciata l'avventura di Paolo Vichi nelle vesti di allenatore, perché « era una cosa che volevo fare assolutamente. Le emozioni che regalano i ragazzi sono impagabili, soprattutto quando hai estrema fiducia nelle loro capacità anche quando loro non ne nutrono abbastanza: vederli poi sorridere, dopo aver giocato una bella partita, è straordinario». Sono trascorsi 9 anni dall'inizio della sua carriera da allenatore, nei quali si è seduto per 4 anni sulla panchina dei Pulcini e degli Esordienti del San Grato, poi 2 anni su quella degli Esordienti B della Strambinese e infine approdare al Real Soccer Team. « Ricordo con molto affetto che nella squadra degli Esordienti, a inizio anno, c'erano due ragazzi che non avevano mai giocato a calcio prima. Lavorando insieme, con costanza e impegno, uno di loro ha segnato una tripletta nella partita finale. Per me è vitale fare gruppo, avere determinazione e tenacia, credere nei propri mezzi. Quando tutti i giocatori sono sulla stessa lunghezza d'onda e hanno la stessa testa, ottenere risultati positivi diventa una naturale conseguenza». Andiamo a conoscere la squadra: Thomas Carta: Portiere, ed è anche molto bravo nei rinvii coi piedi. Spesso ha giocato anche in altri ruoli, con bei risultati. Leonardo Furfaro: Questo è il primo anno che gioca tra i pali. Molto educato e rispettoso, ha un talento interessante sulle palle alte, ci si può lavorare! Lorenzo Fagone: S'impegna molto, si vede che il calcio gli piace proprio tanto. E' stato capitano durante alcune partite, proprio per vedere premiate la sua costante voglia d'imparare, crescere e migliorare. Francesco Lesca: Tifa Fiorentina. A livello tecnico ci sono piccole lacune da colmare, ma con la grinta che si ritrova sarà un gioco da ragazzi per lui. E' veloce e coraggioso, ha anche giocato alcune partite con gli Esordienti. Nicolò Beccaria: Difensore. Ha tanto da dare, è volenteroso al massimo. Col suo 100% i risultati non tarderanno ad arrivare per lui. Alberto Bracci: Tendenzialmente un difensore, anche se a volte viene schierato in altre posizioni. Insieme a Lesca è il "trascinatore" della difesa. Molto motivato e bravo. Redouane Louchahi: A volte difensore, altre punta. Ha ottime doti fisiche, è volenteroso e rispettoso. Si adatta al ruolo e dà sempre il 100%. Pietro Grosso: Terzino o esterno. Possiede molte qualità di cui non ha ancora piena consapevolezza, data la giovane età, per cui a volte va incoraggiato. Belle giocate. Samuele Fortunato: Un po' altalenante, anche lui va spesso stimolato a credere di più nelle sue capacità. Se è in partita dà il meglio di sè. Federico Ciarappa: Jolly della squadra, corre per tutti e si sacrifica tantissimo sia per la squadra che per i compagni in difficoltà. L'anima del gruppo. Erion Bracci: Cugino di Alberto. Lui è la disciplina fatta persona, un esempio per tutti i compagni. Tecnicamente molto dotato, è sempre attento. Un piccolo guerriero. Edward Andrei Carpo: Si sta impegnando tantissimo, nonostante sia appena arrivato. lo ha fatto in punta di piedi, eppure è riuscito subito a entrare nel cuore della squadra e a farsi apprezzare. Nelle precedenti società giocava in difesa, adesso è una punta. Ghersi: E' un 2009, il bomber della squadra, imbattibile. Quand'è in campo, dà sicurezza ai compagni. E' ambidestro e si sacrifica molto anche in difesa. Gabriele Ariccio: Si sta tesserando ora. Non aveva mai giocato a pallone prima, ma ha doti interessanti su cui poter lavorare insieme. Rudy Zamboni: E' molto bravo tecnicamente, anche se a volte va "punzecchiato". Con costanza e duro allenamento, può diventare un campione. Andrei Mihai: Anche lui è arrivato da poco, è la prima volta che si approccia al gioco del calcio. Durante la sua prima partita, quand'è entrato in campo, ha segnato! Un esordio stupendo. C'è tanto cuore nella squadra e nel suo allenatore. Aspettiamo tutti di veder tornare in campo questi campioncini in erba, con tutta la determinazione e la passione che l'istruttore Paolo Vichi trasmette loro.  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale