Cerca

Esordienti Torino

Grande Slam: Rivarolese in grande spolvero, ma il San Giacomo Chieri con il cuore sfiora la rimonta

Italiano, Visentini e Bertot portano i 3 punti a casa ma alla fine si scatenano Solinas e Pezzera che sfiorano l'impresa

Grande Slam: Rivarolese in grande spolvero, ma il San Giacomo Chieri con il cuore sfiora la rimonta

La Rivarolese 2009 allenata dall'istruttore Massimiliano Marras

Partita spettacolare in quel di Borgaretto, dove si è tenuta la prima partita (sul campo) del girone B del torneo Grande Slam, nella categoria Esordienti 2009. Match che ha visto l'affermazione della Rivarolese per 3-2 nei confronti del San Giacomo Chieri, vittoria che permette alla formazione guidata da Massimiliano Marras di guadagnare i primi 3 punti del torneo. Gara in cui non sono mancate le emozioni, per quanto riguarda il predominio territoriale e le occasioni da gol la Rivarolese si fa preferire, ma il San Giacomo Chieri, guidato da Francesco Abbondanza, ha avuto il merito di restare in partita fino alla fine, rischiando alla fine di impattare sul pari dopo essere stati sotto di 3 gol, il ché denota una forza mentale che fa ben sperare per il proseguio della stagione. Nelle fila bianco-granata buone le prove di Andrea Bertot capace di spingere con continuità ed efficacia sulla fascia ed anche autore di un gol, Simone Verretto in grado di mettere fantasia in attacco e produttore seriale di occasioni da gol, Paolo Visentini grande presenza in area di rigore e autore di un gol ed infine ma non per importanza Gregorio Italiano in grado di mettere in difficoltà la difesa del San Giacomo Chieri e capace di andare in gol. Per quanto riguarda le fila biancoblù ottime le prove di Nicholas Solinas e Nicolò Pezzera  capaci di una buona prova in attacco e autori dei gol che hanno riaperto la partita ed infine ottime le prove dei portieri Walid El Kabdany e Fabio Azzinnaro che si sono alternati durante la partita e bravi a sbarrare la strada alla Rivarolese. 

Primo tempo a tinte bianco-granata. La gara inizia con un sostanziale equilibrio, nei primi minuti le squadre si studiano e sprigionano grande intensità, ma dopo poco la Rivarolese prende le redini del gioco e fa la partita ma di fronte si trova un San Giacomo tenace e capace di battagliare con onore. Le occasioni migliori sono create dalla banda Marras, in particolare dopo un paio di minuti dall'inizio della partita Paolo Visentini prova il tiro che finisce fuori di poco. Pochi minuti dopo provvidenziale l'intervento di Pietro Badagliacca che sventa una potenziale ripartenza molto pericolosa dei bianco-granata. Il forcing effettuato dalla Rivarolese porta i suoi frutti al 12' con il gol di Paolo Visentini che segna con un bel tiro. Al 13' si mette in moto Simone Verretto che scarica dal limite dell'area un tiro che finisce sulla traversa. Al 15' passa ancora la Rivarolese, con il gol di Andrea Bertot che è stato il più lesto di tutti ad approfittare di una mischia in area. Al 17' ancora un'occasione per i bianco-granata con Simone Verretto che colpisce di testa in tuffo su bel cross da calcio d'angolo di Andrea Bertot. Al 18' ancora il numero 10 della Rivarolese protagonista di un tiro alto di poco dopo una grande azione dei bianco-granata. Al 19' si fanno vedere anche i biancoblù, in particolare si fa vedere Paolo Scaturro che sugli sviluppi di un angolo prova il tiro al volo. Poco dopo protagonista anche Walid El Kabdany che prima si immola a chiudere lo specchio della porta e poi e bravo smanacciare su una pericolosa punizione.

Il San Giacomo Chieri con il cuore sfiora la rimonta. Il secondo tempo inizia con l'avvicendamento tra i pali del San Giacomo Chieri tra Walid El Kabdany e Fabio Azzinnaro, quest'ultimo non fa rimpiangere il numero 1, autore di una buona chiusura dopo pochi minuti dall'inizio della ripresa. I biancoblù insidiano la difesa della Rivarolese con un cross pericoloso il quale dopo una chiusura di questi ultimi porta ad un calcio d'angolo. Poco dopo si rende pericoloso Gregorio italiano che tira all'altezza del vertice dell'area di rigore il quale porta ad un corner. Al 12' Gregorio Italiano si trova a tu per tu con il portiere e freddissimo la mette dentro. Poco dopo ancora i bianco-granata vanno dapprima al tiro con Simone Verretto e poi Paolo Visentini tenta una girata al volo. Poi il San Giacomo Chieri riapre la partita dapprima con il gol al 16' di Nicholas Solinas e poi al 19' Nicolò Pezzera bravo a sfruttare una disattenzione difensiva e a depositare in rete.

IL TABELLINO

RIVAROLESE-SG.CHIERI 3-2
RETI (3-0, 3-2): 12' Visentini (R), 15' Bertot (R), 12' st Italiano (R), 16' st Solinas (S), 19' st Pezzera (S).
RIVAROLESE: Recrosio, Canali, Garofalo, Cortese, Bertot, Visentini, Abburrà, Trevisan, Verretto, Italiano, Salvitto. All. Marras - Franco. Dir. Cortese - Canali.
SG.CHIERI: El Kabdany, Cassatella, Andrione, Sieve, Badagliacca, Carossa, Lamberti, Solinas, Pezzera, Mastrocola, Azzinnaro.. Popescu, Scaturro. All. Abbondanza. Dir. Scaturro - Azzinnaro.

LE INTERVISTE

Francesco Abbondanza, allenatore San Giacomo Chieri: «A mio avviso la partita è stata interpretata male perché i ragazzi alla prima partita ufficiale erano un pò intimoriti, ragion per cui abbiamo fatto diversi errori elementari, tutte cose che trattiamo durante la settimana, su cui lavoriamo tanto, sono errori che si possono comprendere da ragazzi di 12 anni. Abbiamo cercato di recuperare la partita negli ultimi dieci minuti, ma era troppo tardi. La squadra avversaria è stata brava, ben messi fisicamente ed hanno meritato la vittoria, noi sicuramente ci abbiamo messo del nostro, ma onore agli avversari. La reazione della squadra sul 3 a 0 forse è l'unica cosa che salvo, abbiamo dato il tutto per tutto, siamo stati fortunati come anche loro su alcuni gol che ci siamo fatti da soli».

Massimiliano Marras, allenatore Rivarolese: «Alla prima uscita, con il caldo, mi è piaciuta la grinta che abbiamo tenuto quasi fino alla fine ed anche l'atteggiamento, abbiamo patito il campo un pò piccolo, a nove, perché siamo abituati a spazi un pò più larghi, per il resto i ragazzi hanno messo l'anima come sempre. Il risultato è stato veritiero della prestazione in campo, ci siamo anche mangiati dei gol davanti al portiere due o tre volte, in generale abbiamo avuto più occasioni di loro, anche se loro sono stati aggressivi come noi. Noi utilizziamo quel metodo lì per scardinare gli avversari».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale