Cerca

Esordienti Torino

Grande Slam: Italiano e Verretto trascinano la banda Marras in finale con un buon Rosta

Ottima prestazione del portiere Mengoni, ma i granata di giocheranno l'atto conclusivo

Grande Slam: Rivarolese in grande spolvero, ma il San Giacomo Chieri con il cuore sfiora la rimonta

La Rivarolese 2009 allenata dall'istruttore Massimiliano Marras

Semifinale ad alto tasso di adrenalina quella disputatasi tra Rivarolese e Rosta al Grande Slam nella Categoria 2009, partita che ha visto l'affermazione della squadra guidata da Massimiliano Marras per 2-1. Il team bianco-granata, quindi, approda alla finalissima di domani. Match combattuto, come dimostra il risultato, e dove gli uomini di Andrea Calì, non si sono dati per vinti dopo l'iniziale svantaggio e che di fatto sono rimasti in patita fino alla fine, grazie al loro buon spirito di squadra. Di contro la banda Marras ha dimostrato una buona organizzazione di gioco e ha saputo sfruttare le occasioni create. Nelle fila della Rivarolese, oltre alla grande prova fornita dall'organico, sugli scudi le prestazioni di Paolo Visentini capace, soprattutto nel primo tempo, di buone percussioni sulla fascia e autore dell'assist che ha sbloccato la partita; Gregorio Italiano autore del gol che ha sbloccato la partita e di una prova di sostanza e infine ma non per importanza bella la prova di Simone Verretto autore del gol del 2-0 che alla fine è risultato decisivo per il passaggio del turno. Nelle fila del Rosta, buona la prova del portiere Matteo Mengoni autore di tre miracoli a stretto giro di posta e buona la prova di Lorenzo Dellavalle autore del gol che ha dimezzato lo svantaggio.

Scatto bianco-granata. La prima frazione di gioco mostra un predominio territoriale da parte della Rivarolese, che però paga qualcosa in termini di fisicità in mezzo al campo. Per quanto riguarda le occasioni da gol, non sono mancate da ambo i lati. Le prime fasi sono caratterizzati da sostanziale equilibrio ma con il passare del tempo arrivano anche le occasioni come per esempio la girata di Paolo Visentini al 3'. Il Rosta non resta a guardare e con Gianluca Alberghina prova il tiro dopo una bella ripartenza al 5'. La Rivarolese, poi, sale in cattedra dapprima con il tiro da posizione defilata da parte di Paolo Visentini e all'8' perviene al gol dopo una bella percussione sulla fascia del 9 della Rivarolese che mette in mezzo la palla che Gregorio Italiano deposita in rete. Dopo il gol vi è una punizione calciata da Matteo Trevisan che finisce alta di poco sopra la traversa. Verso la fine del primo tempo si rivede il Rosta dapprima con una punizione di Matteo Di Giovanni che finisce alta di poco sopra la traversa, poi con Francesco Mareschi che impegna Andrea Recrosio dopo una bella azione di forza sulla fascia e in extremis Matteo Di Giovanni impegna il portiere della Rivarolese dopo una grande azione Del Rosta. Nel Mezzo vi è un tiro di Matteo Trevisan fuori di poco.

Clima infuocato. Nel secondo tempo la tensione si alza e la partita si incattivisce, si lotta su ogni pallone, ma nonostante questo, le occasioni non mancano da entrambe le parti. Il Rosta si fa vedere con Lorenzo Dellavalle con un tiro dalla distanza che finisce alto sopra la traversa. Dopo pochi minuti sale in cattedra Matteo Mengoni che compie tre miracoli su altrettanti tiri a stretto giro di posta. Al 7' Francesco Cruto prende il palo con la deviazione provvidenziale di Andrea Recrosio. Al 9' Marco Molinaro prova il tiro da posizione esterna che finisce fuori di poco. Al 11' Lorenzo Dellavalle calcia una punizione alta di poco sopra la traversa. Nel miglior momento del Rosta arriva il gol della Rivarolese che al 13' dopo un' azione sulla fascia di Federico Rossi, quest'ultimo mette in mezzo per Simone Verretto che d'interno destro insacca. Pochi minuti dopo la Rivarolese va in ripartenza che produce un tiro di Federico Rossi che Matteo Mengoni blocca bene. Al 20' da calcio d'angolo Lorenzo Dellavalle insacca di testa e dopo questo gol vi è il triplice fischio dell'arbitro.

IL TABELLINO

ROSTA-RIVAROLESE 1-2
RETI: 8' Italiano (Ri), 13' st Verretto (Ri), 20'st Dellavalle (Ro).
ROSTA CALCIO: Mengoni, Merlo, Mapelli, Prizzi, Dellavalle, Scotto di Santolo, Cruto, Terragno, Antonaccio, Molinaro, Di Giovanni, Mareschi, Gambino, Alberghina. All. Calì.
RIVAROLESE: Recrosio, Bertot, Canali, Cardamone, Garofalo, Italiano, Regis, Rossi, Trevisan, Verretto, Visentini, Cortese, Abburrà. All. Marras - Franco.

LE INTERVISTE

Massimiliano Marras, allenatore Rivarolese: «Questo campo ci penalizza un pò ma nonostante questo la direzione di questo torneo l'abbiamo segnata dall'inizio e credo si veda dai risultati, dal gioco e dalla grinta e forse abbiamo qualcosa in più degli altri. I ragazzi hanno giocato con grinta nonostante gli avversari di buon livello. Arriviamo in finale poi domani si vedrà. Fisicamente il Rosta è messo bene e gioca bene la palla ed era quello che temevo di più, ma nonostante ciò abbiamo risposto bene. Sono contento per l'approdo in finale, personalmente è il terzo anno che arrivo a questo obbiettivo, l'anno scorso abbiamo vinto con i 2009 e due anni fa con i 2010, ed è quindi una soddisfazione personale, della squadra e della società. Quest'ultima puntava alla vittoria in questo torneo e stiamo mettendo tutte le nostre forze per poter arrivare all'obbiettivo, siamo tutti felici».

Gregorio Italiano, giocatore Rivarolese: «Io ho giocato per la squadra e ho cercato di dare il meglio, sono soddisfatto del risultato e speriamo tutti di fare una buona finale. Sono contento del passaggio del turno, abbiamo un po' sofferto perché gli avversari di oggi erano molto tosti però c'è l'abbiamo fatta».

Andrea Calì, allenatore Rosta: «Non abbiamo mai mollato, abbiamo sempre cercato di rimanere in partita ma anche gli avversari sono stati bravi a sfruttare le loro occasioni da gol. Sono soddisfatto della prestazione fisica e atletica dei miei giocatori. La cosa più bella che mi porto dietro da questo torneo è la gioia dei miei ragazzi, l'importante è che si divertano e se lo fanno io sono felicissimo».

Matteo Mengoni, portiere Rosta: «Mi è piaciuto che anche durante la confusione abbiamo provato a non mollare, ma alla fine non ci siamo riusciti. Su quei tre tiri ravvicinati mi sono concentrato sulla palla, l'ho seguita e ci ho provato».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale