Cerca

Riconoscimento Scuole Calcio "Elite", prorogati i termini per la consegna della documentazione finale sui Progetti Qualificanti

scuole-calcio-elite

Scuole di Calcio "Elite"

Con il Comunicato Ufficiale n°78 del 11/05/2021, il Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C. ha deciso di prorogare al 30 maggio la prevista scadenza perentoria del 10 Maggio per la presentazione della documentazione finale riguardante i Progetti Qualificanti per il riconoscimento Scuole Calcio "Elite".

Progetti Qualificanti Scuole Calcio Elite: un riepilogo

Per "Progetti Qualificanti" si intendono gli "indicatori di qualità facoltativi" a scelta (da affiancare al requisito obbligatorio riguardante gli istruttori qualificati). Ecco l'elenco: 1) Realizzazione di una Convenzione con almeno un Istituto Scolastico con adesione della Scuola ad un Progetto del Settore Giovanile e Scolastico. 2) Partecipazione ad attività ufficiale nelle categorie di base o giovanili con almeno una squadra composta da sole bambine o mista  (minimo 20 tesserate). 3) Sviluppo di un progetto di integrazione tra diversamente abili e giovani calciatori frequentanti la società, tenendo normodotati. 4) Sviluppo di un progetto formativo continuativo realizzato attraverso la collaborazione di provata esperienza con specifica qualifica, iscritto al relativo albo professionale, quale esperto dello sviluppo delle relazioni umane (vedi Allegato n°6 al C.U. n°5 FIGC-SGS). 5) Sviluppo di un progetto sociale legato al territorio di appartenenza scelto tra quelli proposti dal SGS per il tramite del Coordinatore Federale Regionale SGS. Possono essere realizzati anche progetti diversi, con altro Ente Locale purché vengano preventivamente validati dal Settore Giovanile e Scolastico. 6) Partecipazione ad attività ufficiali di Calcio a 5 in almeno 3 categorie giovanili a scelta (es. Esordienti, Giovanissimi, Allievi).  

Un provvedimento necessario

La proroga si è resa necessaria visto il permanere della situazione di instabilità per lo svolgimento dell'attività sportiva delle società causata dall'emergenza sanitaria. La recente riapertura dell'attività collettiva e delle competizioni ufficiali dell'attività di base ha poi determinato un ulteriore carico a livello organizzativo per le società e per gli Uffici di tutto il Settore Giovanile e Scolastico. Queste dunque le ragioni principali che hanno spinto il Settore Giovanile e Scolastico a emanare il provvedimento. SGS che ha inoltre fatto sapere di aver già attivato gli opportuni canali per favorire incontri in modalità a distanza per supportare il processo di riconoscimento e di essere a disposizione per fornire ogni tipo di chiarimento. Deputate a tali compiti le strutture periferiche del Settore Giovanile e Scolastico rappresentate dal Coordinatore Federale Regionale SGS e dal Delegato Regionale Attività di Base SGS.          
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale