Cerca

Quarta categoria

Il calcio è di tutti: tripudio a Novarello per le finali nazionali della Divisione Paralimpica e Sperimentale

Trionfa proprio il Ticinia Novara nel 1° livello con la finale diretta da Gianluca Manganiello, primi posti anche per Torino ed Hellas Verona

Il calcio è di tutti: tripudio a Novarello per le finali nazionali della Divisione Paralimpica e Sperimentale

Tutta la gioia della Ticinio Novara campionessa per il centro-nord

Una giornata all'insegna dell'inclusione per far capire una volta di più un concetto ormai fondamentale per il movimento: il calcio è di tutti. Con le Finali nazionali centro-nord dei campionati di Calcio Paralimpico e Sperimentale, la fantastica cornice del centro sportivo di Novarello è stata teatro dell'evento calcistico più importante riservato ad atleti con disabilità di diversi livelli.

Una manifestazione che dopo due anni è potuta tornare a lasciare il segno con protagoniste le 11 società arrivate fino a quest'ultima fase di un'attività ripartita in una stagione 2021-2022 che è così anche potuta concludersi nel migliore dei modi. Presenti all'evento il Vicepresidente vicario della Lega Nazionale Dilettanti, Christian Mossino; Alberto Zaroli, componente nazionale dell'AIA, Fabrizio Malacart (CRA Piemonte), Andrea Riccardi (presidente della sezione AIA di Novara), Agostino Guarnieri (Consigliere comitato regionale Piemonte Valle d'Aosta).

A Gianluca Manganiello, arbitro della sezione di Pinerolo con 75 partite dirette in Serie A, è toccato l'onore di dirigere la finalissima nazionale di 1º livello che ha decretato la campionessa del centro-nord: si tratta della Ticinia Novara, di fatto padrona di casa, capace di superare 2-0 la Juventus. Una vittoria da dedicare alla memoria di Leonardo Balzaretti del Bulè Bellinzago, ragazzino di 12 anni tragicamente scomparso in un incidente stradale lunedì 13 giugno. Proprio in suo onore i novaresi hanno infatti preso parte alla manifestazione con il lutto al braccio.

Per quanto riguarda poi il 2º livello successo del Torino targato Delvecchio, vittorioso in finale con l'Associazione Emiliano Mondonico e che tra le sue fila conta anche la presenza di Romeo, ex giocatore anche a livello di Promozione piemontese. Tra le dirigenti della squadra granata poi Paola Fabbris, ex giornalista di SprinteSport.

3º livello infine che ha visto il successo dell'Hellas Verona davanti all'associazione Insuperabili e alla milanese Fraternità e Amicizia.

L'Hellas Verona premiato dal Consigliere FIGC ed ex allenatore anche del Torino, Mario Beretta

Ma nonostante l'accesa competizione e la grande voglia dei protagonisti, a vincere sono stati tutti e in particolare la smisurata passione degli atleti che come ha dichiarato proprio l'arbitro Manganiello hanno molto da insegnare anche ai calciatori più famosi:

«Devo dire che sono rimasto stupito anche dall'altissima qualità del gioco. Organizzare manifestazioni come questa passo è un importante da parte della Federazione, che ha dimostrato quanto tenga a far sì che questi atleti possano competere a livello nazionale e possano contare anche su altrettanta qualità a livello arbitrale. Credo che i giocatori paralimpici possono insegnare la propria passione anche a quelli che stanno ai massimi livelli, dove spesso proprio la passione va scemando».

Gianluca Manganiello premiato a fine torneo insieme a tutto il corpo arbitrale

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Edicola DIgitale