Proposte tecniche di allenamento individuale FIGC. Primi Calci puntata 4

Continua l'elenco delle iniziative federali per proseguire l'attività di base

0
101
Allenamenti individuali
Allenamenti individuali

Quarta puntata delle “Proposte tecniche per sedute di allenamenti individuali” per la categoria Primi Calci – Piccoli Amici. Sono proposte dalla FIGC per l’attività di base.

La proposta in esame si intitola IL RE DEI PORTIERI. L’ambito di riferimento è quello tecnico. Il contenitore è nell’area giochi di tecnica. Questa proposta dura 15 minuti in totale. Si pratica sul campo 20×20 metri.

Ci sono in tutto dieci giocatori, divisi in due gruppi autonomi. 4 atleti stanno presso 4 diversi delimitatori. Questi sono dentro uno spazio preciso e fronteggiano un portiere. Lui, intanto, deve difendere una porta larga 4 metri.

Soltanto 3 atleti su 4 in uno spazio hanno la palla, per incentivare la coordinazione tra i compagni del gruppo. Il gioco prevede delle azioni di tiro in porta. In tali azioni partecipano due atleti alla volta, cioè un attaccante ed un portiere. La distanza è garantita dai delimitatori, dall’alternanza dei tiri e dal divieto di avere dei contatti fisici.

Regole e varianti

Se l’attaccante segna, il portiere passa la sfera al compagno che non ce l’ha nell’area di partenza. Lo stesso attaccante prende il posto del portiere. Se l’attaccante sbaglia il tiro, questi recupera il pallone, passandola al compagno sempre senza palla nell’area.

Chi ha passato la sfera deve attendere di riceverla in seguito. Se il gol non arriva, il portiere resta in porta per l’azione seguente. Questa inizia senza alcun segnale dal tecnico, in automatico. L’attaccante può partire senza per forza aspettare che il portiere sia pronto alla nuova azione.

Si conteggia il numero di parate o di respinte consecutive del portiere: tale numero diventa il record che si deve cercare di superare. Il giocatore che riesce ad intercettare più tiri riceve il titolo di “re dei portieri”.

Nei Piccoli Amici è possibile che ogni atleta abbia una palla, inoltre bisogna aspettare che il portiere sia pronto per l’azione successiva, da svolgersi subito dopo.