Proposte tecniche di allenamento individuale FIGC. Pulcini puntata 9

Continua l'elenco delle iniziative federali per proseguire l'attività di base

0
92
Allenamenti individuali
Allenamenti individuali

Nona puntata delle “Proposte tecniche per sedute di allenamenti individuali” per la categoria Pulcini. Sono proposte dalla FIGC per l’attività di base.

La proposta in esame si intitola GIOCO VELOCE. L’ambito di riferimento è quello tecnico. Il contenitore è nell’area tecnica in movimento. Questa proposta dura 15 minuti in totale. Si pratica sul campo 18×18 metri.

All’esercizio partecipano 3 atleti per ciascuna delle due coppie previste, che si sistemano fuori dal quadrato di gioco su tre lati a scelta. Ciascuno sta dietro una delle 4 linee da 10 metri, linee composte da 3 delimitatori, per favorire la distanza tra i giocatori.

Pur persistendo la libertà di sistemazione degli atleti, uno dei lati del quadrato resta, quindi, libero. Non è necessario che il lato non occupato sia lo stesso per i due gruppi. Gli altri tre lati, di conseguenza, sono presenziati da un calciatore del gruppo.

Ogni gruppo ha una palla. Nell’attività c’è una sfida tecnica tra le due squadre per arrivare ad un punteggio convenuto. I confronti sono su più turni, che forniscono un punto per volta.

Regole e punteggio

Ad un certo segnale i due atleti con la sfera (A) devono condurla verso il lato, oltre la linea, dove non c’è alcun compagno, anche se ci può essere un avversario. Superata tale linea, gli A passano il pallone verso i rispettivi compagni B che, a loro volta, la conducono verso il lato lasciato vuoto dai compagni A.

Quando anche i B hanno superato la linea, questi ultimi possono passare la palla a scelta di nuovo verso gli A, oppure in direzione dei rispettivi C, finora non coinvolti nell’azione: questi ripetono il movimento fino al termine.

Se un atleta supera un lato libero in conduzione della sfera, riceve un punto per il suo gruppo. In caso contrario, se la linea non è superata, se manca la conduzione al passaggio o se va verso una linea occupata da un compagno, non viene dato il punto, però l’azione prosegue.

A 10 punti si vince il turno di gioco. I turni durano fin quando terminano i minuti dell’esercizio. La terna che vince il maggior numero di turni è quella vincitrice nel complesso.

Non sono previste interferenze, e quindi nemmeno contatti, tra i due gruppi, che agiscono in modo indipendente. Se un atleta di un gruppo ostacola l’azione avversaria, il punto si assegna alla terna che ha dovuto subire la scorrettezza.