Cerca

Iniziativa

Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo

Cinque anni fa nacque in Piemonte la prima legge. Il Consiglio regionale, attraverso il proprio presidente Stefano Allasia, si fa promotore di nuove iniziative

bullismo cyberbullismo

Contro bullismo e cyberbullismo «servono risposte concrete ed efficaci in particolare per i più deboli, come i minori» Stefano Allasia, Presidente del Consiglio regionale

A nove anni di distanza dalla morte di Carolina Picchio, quattordicenne di Novara vittima di bullismo e cyberbullismo, il Consiglio regionale del Piemonte, la regione che fece nascera la prima legge, promuove una serie di iniziative.

Il fatto. In una normalissima serata di novembre con gli "amici", Carolina vive una disavventura lì per lì in apparenza innocua ma che alla fine ne segnerà la stessa vita. Ripresa con uno smartphone per una goliardata, diventa vittima sui social network di insulti gratuiti. Con il tempo il peso diventa insostenibile e, credendo la sua reputazione rovinata irrimediabilmente, nella notte tra il 4 e il 5 giugno decide di porre fine al proprio dolore gettandosi dalla finestra della sua camera. Prima un selfie a un'amica e un messaggio d'addio: «Le parole fanno più male delle botte. Ciò che è accaduto a me non deve più succedere a nessuno».

Dal processo alla legge. Un monito per la propria generazione e quelle future, inserito in una lettera in cui Carolina trova il coraggio di fare i nomi dei colpevoli,documento che diventa fondamentale per consentire al Tribunale dei Minorenni di Torino di aprire il primo processo sul cyberbullismo in Italia.

Il dibattimento si conclude nel dicembre 2018, determinando che i comportamenti del "branco" sono inequivocabilmente correlati ai fenomeni di bullismo online. Prima della chiusura del processo però, avviene un fatto ancora più rilevante: il 17 maggio 2017 l’Aula di Montecitorio vota unanime il disegno di legge a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto al cyberbullismo. L'iniziativa legislativa si deve alla senatrice Elena Ferrara, originaria di Brescia ma eletta (proprio nel 2013) nelle liste del Partito Democratico nella circoscrizione Piemonte. A giugno 2018 entra così in vigore la prima legge sul Cyberbullismo in Europa.

Un motivo di orgoglio per la Regione che anche quest'anno ribadisce il proprio impegno nel contrasto a questo cancro del nostro tempo, indicendo per lunedì 7 a partire dalle 9.15 il convegno online Le parole che curano – Ascolto, mediazione, accoglienza, responsabilità, organizzato dall’Associazione Essere Umani e il Comitato torinese dell'Unicef con il patrocinio del Consiglio regionale attraverso la Garante per l’infanzia e l’adolescenza, che verrà trasmesso in streaming sul canale YouTube del Consiglio.

Come si legge nel comunicato stampa sul sito del Consiglio regionale «l’iniziativa, rivolta a insegnanti, educatori, famiglie e operatori del settore, prevede nella prima parte la presentazione, moderata dalla giornalista Maria Teresa Martinengo, della ricerca Monitoraggio sui bullismi. Il punto di vista degli studenti dell’Università di Torino, curata dai dipartimenti di Dipartimenti di Filosofia e Scienze dell'educazione, Informatica e Scienze della Sanità pubbliche e private dell'Università di Torino.

La seconda parte è invece dedicata alla presentazione di buone prassi provenienti dall’ambito scolastico piemontese quali il Passaporto per una comunità in rete, realizzato dall’Associazione Essere Umani con il Dipartimento di Informatica dell'Università di Torino, il progetto Non perdiamoci di vist@, curato dall’Ufficio scuola del Comitato torinese dell’Unicef e una panoramica sugli esiti delle attività dell’Associazione Save the Children nelle scuole piemontesi.

Una tavola rotonda animata da giovani studenti delle città di Alessandria, Asti, Novara e Torino concluderà l’evento».

Nella seduta pomeridiana del Consiglio regionale di martedì 8 poi, il presidente Stefano Allasia ricorderà le vittime di bullismo e cyberbullismo. Per l'occasione lo schermo della diretta in videoconferenza e la pagina Facebook dell'Assemblea conterranno gli hashtag #nobullismo e #nocyberbullismo a fianco del logo del Consiglio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale