Le tante certezze in casa AtlEtico Taurinense: dallo staff auto-prodotto ai progetti del Pres. Roberto Lapaglia

La rappresentanza in tutte le categorie e il grande affiatamento sopravvissuto agli stop

0
281
atletico taurinense
Gli Esordienti gialloneri del Pres. Roberto Lapaglia

L’ultimo lockdown ha portato una piccola-grande novità al vertice dell’AtlEtico Taurinense, con la presidenza che è passata nelle mani di Roberto Lapaglia. L’attuale allenatore degli Esordienti, figura “storica” presente sin dalla fondazione (avvenuta nel 2014), è infatti succeduto a Gianpiero Formichelli. Un’ottima occasione per fare il punto della situazione in casa giallonera.

 

atletico taurinense
AtlEtico Taurinense

 

 

Lavoro e progetti dell’Atletico Taurinense

«Abbiamo approfittato del periodo per fare un piccolo restyling a livello di direttivo visto che l’ex presidente non faceva ormai più parte della società» – comincia Lapaglia.

«La nostra stagione era iniziata alla grande sin dalle prime battute con il ritiro di preparazione a Bardonecchia. Di fatto noi ci siamo fermati solamente nei mesi di zona rossa. Per tutto il resto del tempo ci siamo rimboccati le maniche per garantire la massima sicurezza. Solitamente lavoriamo molto con le scuole e non avendolo più potuto fare, in questo periodo ci siamo concentrati ancor di più su i nostri tesserati. Abbiamo ripreso del tutto da ormai due settimane e devo dire che il ritorno è molto positivo.

 

atletico taurinense
Il ritiro estivo di settembre in quel di Bardonecchia

 

Abbiamo dei gruppi affiatati a partire dall’annata 2015 fino all’U-17. Ovviamente più i giocatori sono piccoli più è facile organizzare spazi e giochi che possano soddisfare le loro esigenze e stimolarli per tutto l’allenamento. In ogni caso siamo molto soddisfatti perché la presenza è stata confermata da oltre il 90% dei ragazzi!» – spiega ancora il Pres.

«Anche per questo stiamo cominciando a pensare al futuro prossimo, aspettando di poter disputare alcune amichevoli in conformità ai protocolli della FIGC e sempre con il consenso di tutte le famiglie. In più ci piacerebbe organizzare una giornata in cui riunirci tutti insieme, magari garantendo a tutti la possibilità di sottoporsi a un tampone, come succede settimanalmente ai giocatori della prima squadra e dell’U-19».

Uno staff tecnico auto-prodotto

Per quanto riguarda gli istruttori e gli allenatori delle varie categorie, tante conferme: Elia Rea continua il proprio percorso alla guida dei Primi Calci. Per i Pulcini c’è invece Luca Rea, il quale si occupa anche della squadra Under 19. Gli Esordienti sono affidati allo stesso presidente Roberto Lapaglia. Daniele Carrea alla guida dell’Under 15. Mentre Cristian Battaglia con l’Under 17.

 

atletico taurinense
Alessio Santagata, giocatore dei Primi Calci

 

«Sono tutti ex-giocatori della prima squadra o dell’U-19. Molti hanno iniziato ai tempi dell’UISP, quando la società è stata fondata. La crescita portata avanti nel tempo ci ha poi spinto a entrare in FIGC e ad oggi riusciamo a sostenerci tranquillamente con le nostre forze, nel campionato di Serie C1 e con tutti i gruppi giovanili.

A partire dal DS Vittorio Rea, abbiamo tutti una lunga esperienza nel calcio a 11. Il nostro obbiettivo è quello di crescerci in casa i giocatori per poi portarli fino ad allenare i nostri gruppi. È un percorso che stiamo portando avanti da quando siamo nati e che sta riuscendo alla grande, se si pensa che quelli che nel 2014 avevano dieci anni ed erano Pulcini o Esordienti, oggi sono parte del nostro staff».

 

FOTOGALLERY: dai Primi Calci all’Under 19