Raffaele Serra: nuova avventura nella Scuola Calcio con il Carignano 2009

L'istruttore, nonché fondatore del club, conta anche una curiosa esperienza francese

0
101
Il Carignano 2009 di Raffaele Serra (in alto a destra)

Raffaele Serra è uno dei fondatori del Carignano, società a cui è fedele da ormai più di 15 anni. Dopo tante stagioni nel Settore Giovanile, oggi è istruttore degli Esordienti B 2009.

La carriera da allenatore di Serra comincia a 35 anni, poco prima di smettere con il calcio giocato: «Tutto è iniziato con un invito a cena del tutt’ora Presidente Guido Pochettino. Il progetto che mi aveva proposto era molto interessante, così ho deciso di intraprendere questa avventura. Siamo partiti da una squadra formata da un gruppo di miei amici che giocavano in UISP. Siamo poi arrivati in terza categoria, fino a vincere i campionati di terza, seconda e prima categoria. Dopo qualche anno siamo entrati in Promozione. Tra i ricordi più belli della mia carriera da allenatore c’è proprio la salvezza arrivata in Promozione. Eravamo penultimi in classifica, ma con una grande partita all’ultima giornata siamo riusciti a salvarci».

Raffaele Serra è molto orgoglioso del lavoro svolto durante gli anni, grazie al quale la società è cresciuta parecchio. Oggi tra Settore Giovanile e Scuola Calcio, il Carignano conta circa 250 iscritti e nel Campionato Provinciale la maggior parte delle squadre lotta per i primi posti. Per citarne una, sotto la guida di Serra gli Allievi 2002 hanno vinto il Campionato Provinciale.

Prima di diventare allenatore, Raffaele Serra ha giocato per tanti anni a calcio: «Ho iniziato da bambino nelle squadre di paese. Ho giocato per qualche anno nel Settore Giovanile del Torino, nel Moncalieri, dove per 5 anni ho militato nell’Interregionale. Poi in Promozione sono stato al Carmagnola e al Rivarolo. Uno dei momenti più belli come giocatore l’ho vissuto in Francia. A 17 anni sono andato a giocare un torneo a Montpellier e terminato quest’ultimo ho deciso di fermarmi a giocare nella squadra del paese. Sono rimasto qui per un anno, ospite di una famiglia italiana che mi ha trattato come un figlio. È stato un periodo molto bello, di leggerezza, dove ho potuto giocare a pallone in modo spensierato».

Dopo 15 anni come allenatore nel Settore Giovanile, Serra ha deciso di cambiare occupandosi dei più piccoli: «Mi è stato proposto di seguire i 2009 dopo che il loro precedente allenatore non aveva più la possibilità di guidarli. Così ho deciso di accettare, per cambiare un po’ e cimentarmi in una nuova esperienza. Ho iniziato con loro solo quest’anno ma ho avuto modo di conoscere un buon gruppo di ragazzi coeso e affiatato. La squadra è interessante, ma purtroppo c’è stato poco tempo per scoprire le loro potenzialità. Adesso i 2009 giocano a 9, ma il nostro obiettivo è quello di preparare una buona squadra per quando, tra qualche anno, inizieranno a giocare a 11».

Ecco i ragazzi del Carignano 2009.

Leonardo Buldo, Giorgio Cantore, Giuseppe Calosso, Gioele Capella, Matteo Chiavassa, Lorenzo Crivellaro, Lorenzo Di Bella, Federico Ferrara, Michele Grella, Gaspare Federico Lo Giudice, Alessandro Moriondo, Niccolò Moriondo, Lorenzo Muscheri, Giovanni Nauman, Nicolò Notaro, Tommaso Pesimena, Giovanni Pittia, Mattia Piumetti, Andrea Putelli, Sebastiano Ricupero, Alessandro Russo, Mattia Salacone, Matteo Sampietro, Filippo Visigalli.