Cerca

L84-Lascaris Pulcini B All Stars: un Alvarado infinito porta i suoi a vincere il girone Oro

Il Lascaris 2011 di Raffaele Mininni

Il Lascaris 2011 di Raffaele Mininni

Il Lascaris è campione del girone Oro dell'All Stars con una giornata di anticipo, grazie alle reti Spada, Alvarado e Acchiddu, per non dimenticare le ottime giocate da regista di Tommaso Tamburro, essenziali per sbloccare molte situazioni. Buona gara anche per l'l84 che ci ha creduto fino alla fine, ma non è bastata la doppietta di Cristian Herbei, in cui il primo gol segna un momentaneo vantaggio, mentre il secondo - uno splendido colpo di testa -, segna un pareggio che dà nuove energie alla squadra di Turello.   L84 in vantaggio fin dai primi minuti, ma oggi va in onda l'Alvarado' show. La gara comincia a emozionare fin da subito con un passaggio lungo dalla difesa ad Alvarado, che fa trattenere il respiro a tutta la tribuna con un tiro che manca di poco la porta. L'inizio del Lascaris è dirompente e dagli schemi precisi, nonostante questo il primo gol della partita è dell'L84, con Herbei che su un'azione di mischia è bravo a leggere bene la situazione e scaricare una bella conclusione che gonfia la rete. Notevoli anche le manovre successive della squadra di Turello, con le giocate di Pedro Dias e Mattia Martelli, che infiammano la fascia risalendo tutto il campo saltando diversi giocatori; ma la squadra pianezzese non si lascia intimorire e Alvarado continua a dare spettacolo con due azioni personalissime, come il tiro dalla lunga distanza che Bryan Caforio respinge tuffandosi, e con la rovesciata di buon livello tecnico che finisce sul fondo. E sulle geometrie tracciate da Denis Bonavero, arriva l'occasione che Alvarado stava aspettando e che finalizza nell'angolino, segnando così la rete del pareggio. Il gioco messo in campo dal Lascaris da inizio partita comincia a portare i suoi frutti, i movimenti sono più fluidi, potenti, c'è fiducia nell'iniziare le azioni sapendo di poterle gestire; infatti Acchiddu e Alvarado non faticano a trovare spazi nella fascia destra per far risalire tutta la squadra, e sono sempre loro due a dare il via all'azione che porta al gol del vantaggio: su un passaggio filtrante del primo, riceve Alvarado che scarica un rasoterra in porta, con un pallone che in questa azione non ha rimbalzato sul campo, segnale della lucidità e rapidità di gioco di questa coppia d'attacco. La pressione sulla metà campo dell'L84 continua, con il tiro a scendere di Tommaso Tamburro, di cui Caforio con un intervento deciso ne allunga la direzione facendolo infrangere sulla traversa - ricevendo per questo gesto tecnico gli applausi anche dei tifosi avversari -, e Acchiddu, che con una tenacia da vero leader riesce a recuperare un pallone che sembrava imprendibile in una posizione importante. L'L84 cerca il pareggio con Peruzzo, che guadagna spazi nella linea centrale del campo, peccato per un tiro a cui non riesce a imprimere troppa forza e che Lorenzo Amato agguanta molto bene. Ottimi anche gli interventi di Bonavero, che spezza in maniera efficace le offensive dell'L84 con interventi decisi, forti e molto puliti.   Herbei afferra il pareggio, ma il Lascaris ci crede e diventa campione. A inizio ripresa il risultato è 1-2, tutto può succedere per entrambe le formazioni. E il gol del pareggio arriva subito, infatti su uno stupendo calcio d'angolo battuto da Diaz, Herbei porta a casa la sua doppietta con un bel colpo di testa che sorprende Amato, azzerando così la distanza reti. Il Lascaris sente di aver abbassato la guardia, ma rimedia tornando a giocare come nel primo tempo, trovando una buona occasione nella punizione battuta da Pietro Filisteo che si scontra su un difensore. E nel giro di pochi minuti arrivano le due reti che portano il Lascaris alla vittoria dell'All Stars: prima sul gol di Massimiliano Spada, che sulla ribattuta del portiere, continua a provarci arrivando a segnare il gol del 2-3, e poi con Acchiddu - che concentrando tutta l'energia sul destro -, scarica una potentissima conclusione centrale che trova la rete, coronando così una gara di altissimo livello in cui non ha sbagliato nulla trovando sempre la soluzione migliore. Nell'ultima frazione di gioco brillano anche Celli Francesco, che propone delle belle giocate in posizioni importanti arrivando anche al tiro, e il portiere Amato, ottima anche la sua di gara in cui ha respinto conclusioni pericolose, come sul tiro ribattuto di Herbei sul finale. Il Lascaris diventa così campione del girone Oro dell'All Stars con una giornata di anticipo, confermando un ottimo livello di gioco, una fame di vittoria inarrestabile, e un bellissimo calcio mostrato in campo capace di elettrizzare la sua vivacissima tribuna.  

L'L84 Pulcini 2011 di Cesar Turello
L'L84 Pulcini 2011 di Cesar Turello

IL TABELLINO

L84-LASCARIS 2-4 RETI (1-0, 1-2, 2-2, 2-4): 3' Herbei Cristian (L84), 9' Alvarado (La), 14' Alvarado (La), 5' st Herbei Cristian (L84), 11' st Spada (La), 15' st Acchiddu (La). L84: Caforio, Brai, Carbonella, D'aprile, Dias, Dresda, Durante, Herbei Cristian, Marafante, Martelli, Peruzzo, Tozzi, Vaccaro. All. Turello. Dir. Herbei. LASCARIS: Amato, Filisteo, Di Palermo, Cringoli, Tamburro, Bonavero, Spada, Alvarado, Acchiddu, Bosco, Celli,Carlino. All. Mininni. Dir. Masella - Tamburro.  


Alvarado, Acchiddu e Tamburro

LE INTERVISTE

Parla Raffaele Mininni, istruttore del Lascaris 2011: «In questa gara abbiamo avuto più convinzione sotto la porta, a dispetto della partita precedente. Trovo importante che loro siano consapevoli della loro bravura, e una qualità che ho visto in poche squadre, è la loro grinta; gli dico spesso di andare a recuperare tutti i palloni che riescono, perché quando hanno la palla si divertono. Questo porta ad avere un'energia fuori dal comune durante la partita». Ecco le parole di Cesar Turello: «Siamo nel girone Oro, sapevamo che sarebbe stata una gara molto difficile. L'importante comunque è che si divertano, per noi questa è la cosa più importante. Per l'annata dei Pulcini 2011 questo è il primo anno che giocano, per noi è una gioia incredibile essere arrivati a disputare queste gare, sono soddisfazioni bellissime per tutta la società».  


Cristian Herbei

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale