Cerca

Calcio sempre presente nella vita di Luca Moretto: ecco i Pulcini della Rivarolese

Pulcini 2010 Rivarolese
Il secondo gruppo dei Pulcini 2010 della Rivarolese continua a coltivare con pazienza il talento. Ne abbiamo parlato con l'allenatore Luca Moretto, secondo cui il calcio è un filo invisibile che unisce le persone e che per questo va trattato con grandissima lealtà e gratitudine. « La soddisfazione più grande è quando, fuori dal campo, incontro per la strada i giocatori e loro mi chiamano Mister. Chiedo sempre loro cos'hanno mangiato e cerco d'insegnare che, indipendentemente dall'esito di una partita, l'importante è uscire dal campo col sorriso battendosi la mano sul cuore, sicuri di aver dato il massimo». Pur allenando con passione e grinta da 20 anni, Luca comincia a giocare a calcio nella "Borgo nuovo" di Settimo Torinese, la classica « squadretta per giocare la domenica. Ero un terzino. Un giorno, arrivati al campo per la partita, ci siamo trovati senza portiere. Ho deciso di mettermi io tra i pali, scoprendo che era quello il mio Vero posto». Da quel momento è iniziata la sua carriera di portiere, che l'ha condotto a scalare tutte le categorie, dai Pulcini alla Primavera, poi alla Juniores di Agliè, a Feretto, al Bosconero. Adesso siede sulla panchina del secondo gruppo di Pulcini 2010 della Rivarolese, che hanno portato a casa una vittoria e un pareggio, piazzandosi comunque con 4 punti al secondo posto in classifica. Il modus operandi della squadra prevede che, a rotazione, primo e secondo gruppo si alternino in allenamento coi mister, per rendere più labile la "divisione" e far capire loro che fanno parte di un'unica, grande realtà. Da chi è composta la squadra? Edoardo Bonino: Portiere. E' bravo, ha talento, ma può crescere ancora molto. Mattia Mazza: anche lui tra i pali. «Ha il dono naturale nel giocare in porta», anche se alcune volte si distrae! Simone Tappari: Soprannominato dall'allenatore "il Tappo", anche lui con talento da vendere; Filippo Simone: «A lui dico sempre di mangiare un po' di più! [Ride]» Simone Ozella: Soprannominato " Ozy", a lui «consegno sempre le chiavi del centrocampo, è veramente molto bravo e ha visione di gioco». Nicolò Ruotolo: " Ruotolino" è un esterno. Molto capace, anche se spesso va incoraggiato e spronato perché non crede molto in se stesso. Eros Prana: Cuore dell'attacco, gioca come punta e può ancora crescere molto tatticamente. Francesco Luciani: Pur essendo piccolino di statura, in squadra è conosciuto come " il Gladiatore", perchè inamovibile. «Anche quando ha di fronte un avversario di 3 metri non batte ciglio e va a pressarlo». Alberto Ertola: Anche lui proiettato in attacco, ha molte doti tecniche, bravura e velocità. Lorenzo Stan: «Sta diventando proprio bravo, è un piacere guardarlo». Riccardo: E' uno dei più silenziosi in campo, ma ha sempre un occhio puntato verso la porta, sa che il suo obiettivo è far gol. Martin Bonino: Ha un potenziale enorme che non aspetta altro di esser sfruttato, insieme alla sua imponente fisicità. Nicolò Adage: Può crescere ancora e migliorare, anche se ha lasciato intravedere moltissime qualità positive. Per i tifosi più accaniti che non vogliono perdersi alcuna news sulla squadra, ecco la pagina Facebook.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale