Cerca

Giovanni Carrubo e i Pulcini 2010 del Barracuda: Tutti per uno, uno per tutti

I Pulcini 2010 Barracuda di Giovanni Carrubo

I Pulcini 2010 Barracuda di Giovanni Carrubo

Giovanni Carrubo è da due anni allenatore della categoria Pulcini 2010 nei Barracuda. Alla base degli allenamenti dei Pulcini 2010 di Giovanni Carrubo sta una buona preparazione tecnica e consapevolezza pedagogica. Saldo al corso da istruttore promosso dalla Federazione Calcio, Giovanni Carrubo sostiene di aver imparato molte cose che sono fondamentali per adattare al meglio il metodo di insegnamento all’età dei ragazzi. A spingere Giovanni Carrubo ad addentrarsi in questo ruolo è stato suo figlio. Se infatti da giovane ebbe delle esperienze da calciatore a livello dilettantistico, la passione per il calcio si fece forte vedendo il figlio in campo. «Sono arrivato ad allenare perché volevo seguire il percorso di mio figlio - dice Carrubo - La mia prima esperienza è stata con lui al Rapid Torino. Ricordo con molto affetto tutti i ragazzi». Ad oggi invece sono due anni di presenza sulla panchina dei Pulcini 2010 del  Barracuda. Le sue strategie di allenamento si basano su tre concetti cardine: i fondamentali, l’adattamento ed il senso di unità. Come racconta Giovanni Carrubo: «Non insegno ai miei ragazzi a buttare la palla avanti. Il gioco parte dal portiere e la palla bisogna saperla guidare tra i piedi». Per quanto riguarda l’adattamento, come istruttore vorrebbe che i ragazzi imparassero a giocare in qualsiasi ruolo. Per questo: «Neppure gli esercizi in campo sono gli stessi, difficilmente li faccio ripetere in un certo modo. Vario perché i ragazzi rimangano stimolati e si abituino a fare cose sempre diverse. Devono saper pensare alla partita a prescindere dalla posizione in campo». In vista quindi del futuro dei suoi volenterosi Pulcini 2010, prima che scoprano le proprie attitudini e peculiarità calcistiche, vorrebbe fosse chiaro soprattutto il come si gioca a calcio. «Questi ragazzi sono in un’età in cui assorbono tutto. Insegnare bene i fondamentali fa si che nel tempo gli rimangano impressi e non li scordino mai». Anche i Pulcini 2010 dei Barracuda parteciparono al campionato di categoria del 2019 che venne interrotto dall'emergenza Covid-19. In quell’occasione dimostrarono di essere un gruppo in cui amicizia e solidarietà sono genuinamente la base dello stare insieme. Aggiunge l'allenatore: «Ho insegnato loro ad essere educati e rispettosi anche in partita con gli avversari. Per evitare scontri si discute sempre dei risultati negli allenamenti successivi alle partite, per pensare a mente fredda». Giovanni Carrubo si ritiene soddisfatto del lavoro fatto insieme ai suoi ragazzi, molto fortunato ad aver sempre trovato dei contesti molto accoglienti in cui lavorare. Inoltre ribadisce sempre ai suoi Pulcini 2010 che: «In una squadra tutti devono far bene, altrimenti tutti insieme si perde». Ecco i ragazzi (tutti tifosi della Vecchia Signora) dei Barracuda Pulcini 2010: Alessandro Motta: Il portiere istintivo che ben sa calcolare i tempi delle azioni e delle partite. Fabrizio Sesia: Il portiere “delle uscite”. Non esita mai a gettarsi fuori dai pali per interrompere pericolose azioni in area. Elion Daka: Il sinistro puro determinato che sa sostenere prontamente sia il gioco che la squadra. Nizar Diouani: Nel ruolo di centrocampista dimostra grande tenacia nel perseverare le azioni di gioco. Edoardo Stefan Dudau: La punta che punta in alto. Cerca sempre di migliorarsi negli allenamenti ed in partita. Evelin Ionut Ghiurcuta: Che si metta al centro, in difesa o come punta, è capace di esprimersi in ogni ruolo al meglio. Sofiane El Fassihi: Altra figura Jolly della squadra che si rispecchia maggiormente in difesa o come centrocampista. Fa sempre tesoro dei consigli. Thomas Vernaglione: Punta grintosa che non rinuncia mai alle opportunità che gli arrivano in campo. Mateo Stefan Vizitiu: Bravo marcatore, nel suo ruolo di difensore sa come fare muro davanti agli avversari. Cristian Ata: Il carismatico capitano che contribuisce a fare barriera nella difesa e da regista fa iniziare le azioni. Seed Belsallam: Altra figura multi-ruolo in campo. Le sue caratteristiche sono l'essere sempre pronto a farsi servire dai compagni e l'essere scattante nelle azioni. Michele Barile: Una new entry che sa il fatto suo. Si impegna molto nel suo ruolo di difensore e si è integrato bene nella squadra.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale