Cerca

Matteo Saglietti al primo anno con la Sisport 2010: ecco i suoi ragazzi

Matteo Saglietti con la Sisport 2010

Matteo Saglietti con la Sisport 2010

Matteo Saglietti classe '97 è da un anno alla guida dei Pulcini 2010 della Sisport ma la sua carriera di istruttore inizia quattro anni fa all'Area Calcio e nonostante la giovanissima età si è dimostrato fin da subito determinato a fare bene: «La mia è forse una sorta di vocazione, ho sempre saputo che quella dell'allenatore sarebbe stata la mia strada». Saglietti ha iniziato la sua carriera da calciatore nella Virtus Canelli per poi passare all'Europa Alba, al Bra negli Allievi, a Savona nella Berretti per poi tentare l'avventura spagnola. Tornato in Italia ha intrapreso la carriera di istruttore prima all'Alessandria e poi alla Sisport. Al suo esordio con la Sisport Matteo Saglietti, più preparato che mai, ha dovuto affrontare le catastrofiche conseguenze della pandemia che lo scorso marzo ci ha travolti e questo gli ha inevitabilmente impedito di mettere in atto idee e progetti che con tanta cura aveva escogitato: «È stato un duro colpo per tutti sì, ma tante sono state le iniziative che la dirigenza in accordo col team allenatori hanno escogitato per alleggerire questo clima poco felice e per cercare in qualche modo di mantenere i progressi fatti all'inizio della stagione». Tanta è la voglia che i bianconeri della Sisport 2010 hanno di scendere in campo ed in attesa che il futuro volga a loro favore Matteo Saglietti ci ha raccontato qualcosa dei suoi piccoli calciatori.

LA SQUADRA DELLA SISPORT 2010

In porta Edoardo Iandolino, un gatto tra i pali che ama le sfide e non smette mai di mettersi in gioco, ampi sono i margini di miglioramento ma con la sua tenacia nulla è impossibile. Il muro difensivo è composta invece dal sudamericano Mattias Lopez e dal suo fedele amico Erik Buzzoiu: «Molto diversi ma perfettamente complementari, Mattias è preciso, ha buona visione di gioco e spesso si trova ad impostare il gioco correndo anche qualche rischio. Erik è invece un difensore d'altri tempi, fisico e tutto cuore è un avversario decisamente scomodo da affrontare». Anche Davide Galietto gioca in difesa, ma il suo punto di forza è senza dubbio la tecnica. Sulla fascia destra Edoardo MartincuFrancesco Plamadeala e Massimo Inverso, costanti, precisi e molto competitivi sono tutti e tre esplosi negli ultimi mesi nonostante le ripetute interruzioni. A sinistra Lorenzo Troncu e Gabriele Albanese: « Lorenzo è molto dinamico in campo, corre instancabile una staffetta magica con il compagno Gabriele che ha un mancino micidiale, non perdona». La punta del diamante bianconero è Lorenzo Amicone, appassionato follemente al calcio passa ore ed ore a guardare le vecchie partite del suo Milan ed a studiare sempre nuove strategie da attuare, per questo la sua intelligenza calcistica è smisurata.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale