Cerca

Pulcini Torino

Palio di Torino: la doppietta di Iannone fa sognare il Chieri, Candiolo timido si affida al gol di Brizi

Il Chieri supera per 4-1 il Candiolo grazie alla doppietta di Iannone e alle reti di Martinengo e Gasparini. Per il Candiolo in gol Brizi

Palio di Torino: la doppietta di Iannone fa sognare il Chieri, Candiolo timido si affida al gol di Brizi

I ragazzi del Chieri dopo la vittoria

"Buona la seconda!" per il Chieri di Alessandro Traversa, che supera i ragazzi di Tommaso Gentile per 4-1 e si conferma capolista del Girone E nella seconda fase del Palio di Torino. L'incontro è cominciato in modo scoppiettante, con gli azzurri in gol al 1' (grazie a Mattia Martinengo) e al 2' (la firma è di Emanuele Iannone); il Candiolo si è velocemente ripreso dalla doccia fredda, disponendosi meglio in campo e chiudendo gli spazi, fino a trovare il gol di Fabio Brizi che, seppur per poco, ha riaperto il match e riacceso le speranze dei suoi di acciuffare il pareggio o addirittura ribaltare la gara. Iannone, però, agli sgoccioli della prima frazione di gioco, ha firmato nuovamente il tabellino e infine, nel secondo tempo, Giorgio Gasparini ha messo il sigillo alla partita. Buona prova per il Candiolo, che può contare sui dribbling e sulla corsa di Federico Iacopino e su uno straordinario Tommaso Tranchero tra i pali: la squadra, infatti, disponeva di 3 portieri che si sono alternati a rotazione, e Tommaso è stato uno dei protagonisti del terzo tempo grazie alle sue parate mirabolanti che hanno strozzato in gola l'esultanza prematura dei tifosi del Chieri.

Velocità e precisione. Il calcio d'inizio è affidato al Candiolo: lo sfortunato retropassaggio finisce tra i piedi di Mattia Martinengo, partito subito in pressing, e il giocatore beffa il portiere sbloccando il risultato dopo neanche 60 secondi. Al 2' arriva anche il raddoppio firmato Emanuele Iannone, che insacca alle spalle di Nicola Pizzonia con un colpo di testa su punizione battuta dal compagno Diego Sassu, che colpisce in pieno la traversa e torna in campo. Chieri, che partenza! Il Candiolo è subito costretto ad inseguire, e non si dà certo per vinto: al 6' eccolo prima proiettarsi in avanti con la corsa sfrenata di Lorenzo Sposato, il cui tiro però non inquadra lo specchio della porta, poi disporsi in modo più ordinato in campo, chiudendo gli spazi e murando i tentativi d'incursione del Chieri e infine, al minuto 11, trovare il gol del 2-1 grazie a Fabio Brizi; il giocatore insacca dopo uno splendido passaggio da Federico Iacopino, che col fisico sfonda la difesa e serve il compagno solo a tu per tu con Federico D'Angelone. L'attacco del Chieri è un carro armato, i ragazzi hanno grande visione di gioco e si trovano in campo con facilità; devono vedersela però con una difesa ben schierata, che disinnesca molte azioni. Al 13' Martinengo sguscia via dalla marcatura e scaglia in porta, ma la conclusione colpisce il palo! Un minuto dopo ci pensa Emanuele Iannone a firmare la doppietta personale con una rasoiata imparabile, che porta la sua squadra sul 3-1. 

Il Candiolo di Tommaso Gentile

Timidezza sotto porta. Nella seconda frazione di gioco il Candiolo è più che deciso a cambiare il risultato; torna in campo con più grinta che mai e si rende pericoloso al 5' grazie al calcio di punizione di Fabrizio Giuffrida, che però finisce alto sulla traversa. Al minuto 6 il Chieri è di nuovo proiettato avanti: palla a Giorgio Gasparini, che riceve in area e tira a volo...il siluro gonfia la rete! 4-1 Chieri! Il resto della seconda frazione è un ping-pong disordinato che vede il pallone passare da una parte all'altra del campo e gli attaccanti tenuti a bada dalle rispettive difese, come ad esempio il tentativo in mezza rovesciata di Lorenzo Bellomo all'8, respinto coi pugni dal portiere, o la conclusione mancata di Federico Manna al 14', che vede sottrarsi il pallone da un velocissimo Luca Nigro pochi istanti prima che indirizzi in porta. Il Candiolo appare timido sotto porta, nonostante possegga molta velocità nelle gambe dei suoi giocatori: nel terzo tempo Tommaso Tranchero e Federico Iacopino si mostrano veri trascinatori; il primo tra i pali, negando la soddisfazione del gol prima coi pugni a Tommaso Sanguedolce al 2', poi all'angolatissima conclusione di Martinengo al 7'; il secondo in avanti, spronando i compagni e rendendosi insidioso al 9' con un calcio di punizione che sfiora la traversa e poi con una riuscita triangolazione con Federico Manna, che però si risolve in un nulla di fatto e colpisce l'esterno della rete.  

IL TABELLINO

CHIERI-CANDIOLO 4-1
RETI (2-0, 2-1, 4-1): 1' Martinengo (Ch), 2' Iannone (Ch), 11' Brizi (Ca), 14' Iannone (Ch), 6' st Gasparini (Ch).
CHIERI: Bellomo, D'Angelone, Borra, Giorgio, Gasparini, Iannone, Martinengo, Nigro, Niutta, Sassu, Sanguedolce. All. Traversa.
CANDIOLO: Napoli, Di Mauro , Gai, Catiello, Giuffrida, Manna, Burgarella, Sposato, Iacopino, Brizi, Tranchero, Nicola. All. Tommaso.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale