Cerca

Pulcini A Torino

Cit Turin-Collegno Paradiso: Gasparini, Salafia e Flore si caricano sulle spalle i granata

I padroni di casa risolvono il match nel primo tempo, poi sacrificio e dedizione per sbarrare la strada ai gialloblu che sprecano tanto

Il Cit Turin di Andrea Onorato

Il Cit Turin di Andrea Onorato

Una partita di sostanza quella giocata tra Cit Turin e Collegno Paradiso, che a dispetto del risultato finale di 4 a 1 ha messo non poche difficoltà ai padroni di casa. L'inizio del match è intensissimo con le squadre allungate e agguerrite alla ricerca del primo gol. Gol arriva già all' 8' con Michele Flore che sfrutta l'opportunità migliore per colpire: la palla dopo un rimpallo arriva fuori area e il centrocampista non ci pensa due volte trovando lo spazio giusto. Il vantaggio scoraggia un fin qui promettente Collegno Paradiso, salvato anche dalle ottime parate di Andrea Colucci che solo pochi minuti prima aveva compiuto una super parata su un tiro a botta sicura di Gasparini. Al raddoppio ci pensa però proprio la punta del Cit Turin che replicando la soluzione da fuori e perfezionandola con un pallo netto scavalca il portiere che non può far nulla. A fare a sportellate nell'attacco degli ospiti ci pensa Davide Anton, prima punta che alla ricerca di palle lunghe da lavorare si  è trovato a fronteggiare un'attentissima coppia difensiva composta da Gregorio Castelli, roccioso stopper, e Umberto Titolo, molto incline alle incursioni verso l'attacco. Sempre nel primo tempo arriva il terzo gol a seguito della corsa sulla fascia sinistra di Alessio Salafia che arrivato in area buca il portiere sul primo palo. Prima frazione che si chiude su uno spettacolare salvataggio sulla linea di Titolo dopo una pericolosissima punizione battuta da Manuel Saccottelli.

Il secondo tempo si apre sulle orme del primo, molto combattuto con una marcia in più del Collegno Paradiso che con l'ingresso di Andrea Ianora e una convinzione evidente prova a trovare la combinazione giusta, le occasioni migliori arrivano comunque nella metà della seconda frazione. A tenere il Cit Turin con il fiato sospesa sicuramente la punizione procurata e battuta da Ianora al limite dell'area, il tiro potente termina di poco al di sopra della traversa. Ianora che in ogni caso incontra le stesse difficoltà di Anton, ovvero la solida difesa dei granata, in particolare Titolo si piazza a uomo su di lui non permettendogli di essere mai veramente pericoloso. Il punteggio pari del secondo parziale si riflette sulla grande grinta del Collegno Paradiso che va a sbattere sullo spirito di sacrificio del Collegno Paradiso, che trovando il gol avrebbe potuto cambiare le sorti della partita. Qualsiasi speranza viene chiusa fin da subito nel terzo tempo, arriva al 4' infatti la doppietta di Gregorio Gasparini che permette ai padroni di casa di iniziare a gestire la palla con più calma. In questa fase si esalta Michele Flore, padrone totale del centrocampo, sempre cosciente sulla scelta giusta da fare e tempismo nel dettare i tempi. Ciò non evita il gol della bandiera inseguito per tutta la partita dai gialloblu: bella triangolazione a tre tra Ianora, Saccottelli e Michele Marino che con un tiro da fuori area spiazza il portiere. Rimane tempo per un'ultima super uscita di Colucci, senz'altro il migliore dei suoi, su Sforza lanciatissimo verso l'area.

Salafia , Gasparetti e Flore

IL TABELLINO

CIT TURIN-COLLEGNO PARADISO 4-1

RETI (3-0, 0-0, 1-1): 8' pt Flore (Ci), 9' pt Gasparini (Ci), 10' pt Marino (Co), 13' tt Salafia (Ci), 4' tt Gasparini (Ci).

CIT TURIN: Mordiglia, Castelli, Titolo, Salafia, Flore, Multari, Sforza, Nicolino, Gasparini, Sau, Lazzerini. All. Onorato. Dir. Lazzerini.
COLLEGNO PARADISO: Colucci, Restivo, Bocchino, Pasquazzi, Marino, Puleo, Barba, Ceci, Saccottelli, Ianora, Legrottaglie. A disp. Anton. All. Bichi. Dir. Legrottaglie - Ceci.

LE INTERVISTE

·Giorgio Bichi:«Per noi era la prima partita visto il rinvio contro il Pozzomaina. Ci è mancato sicuramente l'apporto offensivo, si poteva fare meglio, noi lavoriamo su questo. Abbiamo un campionato tosto davanti che non ci permette di mollare, e solo rimanendo sempre sul pezzo possiamo raggiungere qualche risultato. Cero ci sono alcuni punti positivi come l'intesa che inizia a emergere tra i ragazzi».

·Andrea Onorato: «Nonostante la sconfitta alla prima devo dire che quello che ci preme è giocare bene che è il motivo per cui siamo stati premiati dal risultato. Questo è un gruppo molto affiatato anche fuori dal campo e si vede. Buona partita dal punto di vista tecnico, hanno grandi margini di miglioramento sotto tutti i punti di vista ed è compito mio aiutarli affinché ciò avvenga».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale