Cerca

Pulcini Torino

Spazio Talent Soccer: la festa della squadra di Roberto Virga dopo la vittoria del campionato

Il recupero contro il Caselle che permette di agganciare il Venaria in testa, riflettori puntati anche su Giorgio Micari che si aggiudica il titolo di capocannoniere

Spazio Talent Soccer: La festa della squadra di Roberto Virga dopo la vittoria del campionato

La squadra allenata da Roberto Virga

Vittoria del campionato a pari merito con il Venaria nel Girone G dei Pulcini per la Spazio Talent Soccer allenata da Roberto Virga, dopo un cammino aperto e combattuto fino all'ultima giornata poi recuperata nella partita giocata contro il Caselle e terminata 7 a 0 con la doppietta di El Mouttaqui, il gol di Ferraris e il poker di Micari. Non può che essere contento il tecnico che ha saputo condurre la squadra ad un trionfo più che meritato visto il gioco espresso e il materiale umano a disposizione, le sue parole per esprimere l'entusiasmo: «Abbiamo fatto davvero tanto, ora lo posso dire… Ci siamo messi in gioco tutti rinunciando spesso agli egoismi e alle singolarità degli individui per poter dar vita ad uno spogliatoio di ragazzi, con i suoi momenti di alti e di bassi (quale famiglia non li ha?), ma con l’intelligenza di sapersi tollerare nei momenti un po’ più difficili. Anche perché a poco a poco abbiamo preso coscienza di quello che stavamo facendo e di quello che stavamo diventando: un gruppo di ragazzi che resteranno per sempre nei ricordi nella storia di questa Società. Abbiamo onorato fino in fondo questa maglia, che ormai è divenuta la nostra seconda pelle, nelle vittorie e negli atteggiamenti sempre propositivi, con lo spirito di chi, nonostante una vittoria schiacciante del campionato, ha proseguito nel suo percorso senza mai mollare rispettando tutte le competizioni come quest’ultima. Non posso che ringraziare i ragazzi per le emozioni che mi hanno fatto vivere. Un ringraziamento speciale va indubbiamente ai nostri tifosi con i genitori che ci hanno seguito dappertutto, sono sinceramente rimasto stupito dall’amore vero che provano per questi colori, raggiungendoci in trasferte impensabili fino all’ultima partita decisiva. Parecchie vittorie sono divenute realtà anche grazie al loro incessabile supporto».

La lente di ingrandimento passa poi sull'analisi del gruppo allenato da Virga a partire dagli estremi difensori: «Leonardo Saravo, un portiere di buone prospettive con carattere un dolce. Mi aiuta sempre a far comprendere gli allenamenti guidando la squadra. Non sono rare le sue parate importanti. Pronto a sostituirlo c'è Andrea Tiozzo, portiere con buoni propositi, sicuramente lo scopriremo meglio visto che è appena entrato nel gruppo. In difesa agiscono Tommaso Bosco, si dimostra sempre utile e pronto al sacrificio, molto caparbio; Manuel Di Matteo, bravo a fare gruppo, molto educato con i compagni ma soprattutto un giocatore di buon livello centrale difensivo imbattibile; sottolineo l'importanza di Luca Giachino, un difensore di alto livello un po' musone ma quando si apre diventa indispensabile; per chiudere il reparto arretrato manca Ziyad El Mouttaqui, un giocatore con tante qualità soprattutto sa donarsi al gruppo, il suo sorriso mi emoziona. A centrocampo gestisce la situazione Tommaso Ferraris, un giocatore che ho sempre sostenuto anche in altre società per il suo carisma col gruppo,  qualità difensive che abbina ad una tecnica sopraffina, lo reputo insostituibile in questo gruppo; poi ci sono Marco Marazzo un ottimo giocatore, taciturno ma con qualità eccellenti forza e impegno, Francesco Sacchetta un buon giocatore con un carattere chiuso ma come tanti giocatori se riesce a partire va come un treno. Chiudono il gruppo Gabriele Spena, o come lo chiamo io "il piccolo ma gigante", per tutta la voglia che mette quando lo chiamo per entrare a partita in corso senza mai lamentarsi, tra l'altro ha chiuso il campionato mettendo a referto dei gol da grande attaccante; Stefano Scuderi, un giocatore con qualità tecniche importanti, in grado di far giocare il gruppo nei momenti difficili. Per finire manca il nostro bomber Giorgio Micari, un giocatore che vede la porta come nessuno nel campionato, esterno sinistro che fa del gol il suo compito principale ma non l'aspetto più importante, a volte è più contento se manda a segno anche i suoi compagni». Micari che con i quattro gol contro il Caselle eguaglia Nicolò Massabova dello Sporting Orbassano per numero di reti segnate nei campionati Invernali dei Pulcini andando così a condividere oltre al titolo del campionato anche quello di capocannoniere assoluto della categoria. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale