Vallorco, Veltri sul 2007 espulso: «Richiamato tre volte, mai visto un comportamento così»

0
572
Veltri, Rsc Vallorco: «La nostra filosofia si basa su lealtà e Fair Play»

Sul caso dell’espulsione avvenuta domenica nella gara dei 2007 tra Vallorco e Rivarolese, che vi abbiamo raccontato sia qui sia sulle pagine dell’ultimo numero di Terzo Tempo, ha voluto aggiungere la sua versione il Responsabile della Scuola calcio del Vallorco, Davide Veltri. «Ci tengo a precisare che noi del Vallorco – ha dichiarato Veltri – da tre anni ci affidiamo per le gare di Esordienti primo e secondo anno ad arbitri federali o ex Figc o di Csi. Lo facciamo perché vogliamo evitare che si creino episodi come questo, per cui viene messa in discussione una decisione arbitrale. Detto questo, io come Responsabile della Scuola calcio, in sei anni, non ho mai visto un atteggiamento antisportivo come quello di domenica mattina».

Rinfreschiamo la memoria: il portiere della Rivarolese viene espulso per perdita di tempo nei minuti finali della gara, dal momento che aveva scalciato il pallone per tardare la ripresa del gioco. L’espulsione però, non è stato un gesto improvviso, ci rivela lo stesso Veltri: «L’arbitro lo aveva già avvisato tre volte, alla quarta volta che ha “sparato” la palla lontano, è stato deciso dal direttore di gara di prendere il provvedimento più grave. Ci tengo a ringraziare i nostri ragazzi per l’impegno che hanno messo in campo, sottolineando come il risultato, al Vallorco, sia l’ultima cosa che conta. La nostra filosofia si basa su lealtà e Fair Play». Parole dirette e sincere, che si aggiungono ai fatti, sicuramente inusuali, che hanno fatto da contorno al week-end di Scuola calcio. Soprattutto però, si tratta di una precisazione utile e puntuale, per mettere in chiaro una vicenda che ha sollevato più di qualche perplessità.