Cerca

Intervista

Francesco Gallo, esperienza al servizio del Beiborg per l'ultima fatica di una grande carriera

Si occuperà della parte tecnica dall'Under 18 alla Scuola calcio coadiuvando Bisi e Tallone

Francesco Gallo

Francesco Gallo pronto per la nuova esperienza al Beiborg

Chi sta facendo le cose in grande in vista della prossima stagione sportiva è sicuramente il Beiborg. La società del presidente Claudio Semperboni sta puntando molto sulle giovanili e sulla Scuola calcio con nomi e responsabili di prim'ordine, dal confermato Daniele Bindini a Maurizio Bisi per il Settore Giovanile e Pier Giorgio Tallone per la 'cantera'. Tutte personalità che il calcio dilettantistico e non solo lo masticano da tanti anni. E anche per la parte tecnica non poteva mancare un nome che non ha bisogno di troppe presentazioni come Francesco Gallo.

Dopo l'ultima esperienza sulla panchina della prima squadra femminile del Lascaris, Gallo si prepara ad affrontare questa nuova, e come lui stesso afferma, l'ultima, avventura nel mondo calcistico. E lo fa convinzione oltreché per amicizia. È lo stesso Gallo a raccontarci questa sua decisione: «Arrivo in questa società per senso di amicizia, Bisi lo conosco da oltre 30 anni, con Bindini ho un ottimo rapporto. Porterò il programma di lavoro che in questi anni ha portato buoni frutti».

Dopo una vita sui campi da calcio e tantissima esperienza di responsabilità come raccontano i suoi 7 anni all'Alpignano, i 5 al Lascaris e i 6 al Rivoli, il Beiborg sarà con ogni probabilità l'ultima parte di una straordinaria carriera per Francesco Gallo: «Ho 58 anni, mi è appena nata una nipotina e ne ho già due. Ho conosciuto il presidente Sempreboni e sono rimasto molto contento. Qui potrò fare il mio lavoro secondo il mio metodo. Non voglio fare il DS o il Responsabile della Sc, voglio solo insegnare calcio». Peraltro in tutte le società sopra elencate Gallo è stato prima istruttore per poi tornare in qualità di Responsabile, a testimonianza dell'ottimo lavoro svolto e della fiducia che i più importanti club dilettantistici piemontesi hanno riposto in lui.

Il ruolo di Gallo al Beiborg è molto chiaro: «Mi occuperò della parte tecnica dall'Under 18 alla Scuola calcio, Primi Calci esclusi. C'è un programma di crescita vero. Hanno accettato il mio progetto tecnico e ho scelto di finire aiutando persone che conosco. Metterò la mia esperienza al servizio degli allenatori, il primo sarà un anno di transizione che servirà anche per capire la metodologia del lavoro, poi il secondo ci buttiamo a capofitto. Qui ci sono già buoni allenatori».

La stagione non è ancora cominciata ma in casa Beiborg si fa sul serio. Puntando su un profilo di esperienza, competenza e qualità come Francesco Gallo, il club presieduto da Sempreboni può puntare davvero ad un definitivo salto di qualità.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale