Cerca

News

L'importanza della funzione sociale nello sport: il grande ritorno del Beppe Viola

Lo storico marchio riparte e non farà pagare le iscrizioni nella Sc. Parola all'uomo societario Gigi Caldarella

Beppe Viola

Da via Palatucci i primi allenamenti della Sc del Beppe Viola

Prende sempre più forma il nuovo ASD Beppe Viola Calcio e lo fa partendo da un ruolo sociale che dovrebbe essere alla base di ogni club. Che poi l'aggettivo 'nuovo' lo si utilizza semplicemente per sancire un ritorno di un marchio storico che nel torinese è stato di, calcisticamente parlando, vitale importanza per tutto il movimento. Rinasce in via Palatucci una società che pone al centro la possibilità di far giocare tutti i bambini del quartiere, Mirafiori Nord in questo caso, attraverso un qualcosa di davvero concreto: il Beppe Viola non farà pagare la quota di iscrizione per la Scuola calcio.

Un club che riparte grazie alla volontà del presidentissimo Mimmo Arcella. Al Palatucci l'attività è già partita e per capire da vicino questa importante realtà, abbiamo chiesto direttamente ad uno dei protagonisti di questo rilancio, il tecnico e uomo tuttofare del Beppe Viola, Luigi Caldarella. «Siamo partiti per tempo, ad aprile, da una fusione in realtà mai nata. La società nasce con lo storico presidente Mimmo Arcella, dalla vice Presidente Maria Antonietta Arcella, dal grande allenatore Roberto Scacchetti e da me che per tanti anni ho giocato qui facendo anche la Promozione con l'Atletico Torino».

Le origini del Beppe Viola risiedono quindi nella volontà del presidente: «Lui (Mimmo Arcella ndr) ci ha guardato negli occhi e ci ha detto 'se mi date una mano, ripartiamo' - racconta Caldarella -. E siamo partiti abbastanza bene, scegliendo persone giuste come Alessandro Mezzano, che ci aiuterà dal punto di vista tecnico, e stiamo completando lo staff». 

Il ruolo dello stesso Caldarella è anche molto chiaro: «Io allenerò i 2007, ma avrò anche il ruolo di 'uomo societario' seguendo sia la Scuola calcio che il Settore Giovanile. Controllerò l'operatività degli altri ma senza ostacolarne il lavoro. Si è deciso di non far pagare la Scuola calcio in un anno in cui bisogna dare l'opportunità a tutti e tanti non avrebbero potuto iscriversi in questa stagione. Chiaramente ce la faremo anche con l'aiuto di qualche sponsor».

Per lo staff degli istruttori bisognerà aspettare ancora qualche giorno per le ufficialità, ma intanto le squadre di Esordienti e Pulcini stanno cominciando a prendere forma diversi rinforzi che sono già arrivati. Il Beppe Viola è pronto a ricominciare a mille dal punto di vista sportivo e sociale, in un club che vede la presenza di tante figure importanti. Oltre ai già citati ricordiamo la presenza di due importantissimi tecnici e responsabili come Donato Pandiscia e Luca Panetta, di Sara Bellè che si occuperà della segreteria oltreché del responsabile delle comunicazioni Luigi Colangelo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale