Il Mercadante di Stefano Fella: appartenenza e generosità

Un grande inizio di campionato che non poteva passare inosservato

0
218

Il Mercadante dell’istruttore Stefano Fella è sicuramente tra le squadre che hanno accolto con maggior rammarico il nuovo stop dell’attività. I ragazzi granata avevano infatti iniziato alla grandissima il proprio girone con due belle vittorie condite da tanti gol. «C’è grande amarezza perché eravamo partiti bene e non nascondo che potevamo anche puntare a vincere il campionato» – spiega il dirigente Vito De Nicolo. Tra le caratteristiche che rendono speciale questo gruppo c’è sicuramente il grande attaccamento ai colori societari di mister Fella: «Da quando il centro sportivo del Mercadante ha aperto i battenti, Stefano è stato uno dei primi a mettersi d’impegno per favorire la crescita della società. Stefano è stato un ottimo centrocampista e lo si vede quando in allenamento calcia il pallone o insegna qualche gesto tecnico ai ragazzi», spiega ancora De Nicolo.

Concentrandosi invece sui singoli calciatori, ognuno si è reso protagonista in questo breve inizio di stagione grazie alle proprie caratteristiche. Tra i tanti pregi espressi in campo, oltre alle ottime abilità tecniche spicca sicuramente la grande generosità che spinge tutti i calciatori ad aiutarsi reciprocamente.

I ragazzi di Fella con la divisa da trasferta

Cominciando dai portieri, Alessio Di Parigi e Marco Recrosio sono due ottimi numeri uno che si alternano a difesa dei pali della squadra granata. Alessio è cresciuto molto nell’ultimo anno anche dal punto di vista della statura e trasmette grande sicurezza; Marco è soprannominato Higuita per il suo essere spericolato e per le sue grandi abilità atletiche.

La difesa è un reparto che bada al sodo: Alessandro Di Tanno è un laterale destro dotato di ottima tecnica. Vlad Andrei Herghelegiu è un mancino molto roccioso. La zona centrale è affidata a Ilyass Ben Zinzoun – mancino tecnico e di grande corsa – e a Manuel Curcelli, più minuto ma molto grintoso e bravissimo a giocare sull’anticipo. Ci sono poi i due jolly Edoardo Bertetti e Omar Said: il primo può ricoprire bene tutti i ruoli anche della linea mediana mentre il secondo è generosissimo e può giocare sia in posizione centrale che da esterno. Completa il reparto la straordinaria corsa di un altro laterale destro, Daniele Minuto.

A centrocampo Nicolò Corda è un playmaker molto completo che unisce quantità e qualità. Affianco a lui c’è Francesco Cuccio, uomo d’ordine molto bravo a legare il gioco tra i vari reparti.

La potenza di fuoco è distribuita tra gli esterni e le punte. Alessio Di Palo, folletto di fascia destra, mette insieme velocità, dribbling e generosità; Taha El Achiqi si distingue per la grande abilità coi piedi; Nicholas Macagnone è invece un’ala sinistra a cui piace molto rientrare per sfruttare l’ottimo tiro e duettare con la punta. Gabriele “Gabbo” De Nicolo è il perno centrale dell’attacco granata: è un vero e proprio numero nove che appena vede uno spiraglio di porta non esita a cercare la rete. Sta imparando a giocare con la squadra così come Zaid Harmouzi, recentemente aggregatosi al gruppo di mister Fella.

Un gruppo che, visti i risultati e il gioco mostrato, merita grande attenzione e che, come tutti ma forse un po’ di più, spera di tornare presto in campo.