Il Venaria Esordienti 2009 di Davide Teresi, ex difensore-goleador con un rimpianto nerazzurro

Da quei "provini" sotto gli occhi dell'Inter alla seconda chiamata dei Cervotti

0
542
venaria esordienti 2009
Venaria Esordienti 2009 Davide Teresi

Tante realtà conosciute in oltre otto anni di esperienza da tecnico dopo una carriera da difensore centrale con qualche rimpianto. Si potrebbe riassumere così la storia calcistica di Davide Teresi, attuale istruttore del Venaria Esordienti 2009.

Gli anni da calciatore

Dopo aver iniziato con la maglia della Fulminea, Teresi, classe ‘78, ha passato gli anni forse più importanti da calciatore nella Scuola Calcio Inter “Torin Dolce”, società poi confluita in quello che oggi è il Real Orione Vallette: «Se penso a quell’esperienza ho un gran rimpianto perché capitò che vennero a vederci per tre volte degli osservatori proprio dell’Inter. Io ero un difensore centrale ma ero anche un goleador perché battevo le punizioni. Per cui le possibilità di essere notato c’erano. Purtroppo al tempo ero però anche una “testa calda”: ecco, in tutte e tre le partite con gli osservatori presenti mi feci espellere. Se non altro, sul momento non ero a conoscenza della loro presenza, ma in ogni caso il rimpianto rimane» – racconta l’istruttore.

Errori di gioventù che Teresi ha cominciato ad evitare una volta passato nel calcio amatoriale: «Dopo aver chiuso con l’agonismo all’Olympic Collegno, nei campionati UISP ho inaspettatamente incontrato tanti giocatori veramente forti sia come compagni che come avversari. Gente che non poteva permettersi le categorie agonistiche per problemi di lavoro o che aveva avuto un passato un po’ complicato dal punto di vista disciplinare. La mia squadra arrivò addirittura a vincere le fasi nazionali a Coverciano!».

L’avventura in panchina

Poi, otto anni fa, l’inizio del percorso da istruttore: «Ho cominciato all’Orbassano di Gianfranco Perla con le categorie del calcio a cinque. Lo stesso all’Atletico Torino. Sono poi passato ai Pulcini del Mirafiori e dopo una breve parentesi a Borgaro sono arrivato per la prima volta a Venaria nel 2016. Ho poi allenato per tre stagioni gli Esordienti del BSR Grugliasco, prima di tornare a Venaria quest’estate».

Un’avventura dunque tutta nelle categorie della Scuola Calcio: «Ho un figlio piccolo e penso che per me il settore giovanile sarebbe troppo impegnativo. A inizio stagione è arrivata questa seconda chiamata del responsabile Roberto Virardi per allenare gli Esordienti e credo che il calcio a nove sia quello che mi va più a genio».

Alla guida dei Cervotti 2009, un Super Oscar contraddistinto da una vittoria ai rigori sul Vanchiglia e una sconfitta sfortunata col Lascaris. Poi, una sola gara di campionato prima di questo stop infinito. Nonostante tutto, Davide Teresi ha comunque imparato a conoscere i suoi ragazzi, dei quali, in conclusione, racconta le caratteristiche tecniche.

 

venaria esordienti 2009
Il gruppo di Teresi dopo la vittoria col Vanchiglia all’ultimo Super Oscar

 

La rosa del Venaria Esordienti 2009

Christian Marzano: portiere non altissimo ma molto esplosivo. Bravo in tutte le situazioni di gioco.

Federico Atzeni: portiere strutturato che, come il compagno di reparto, ha ampi margini di miglioramento.

Mattia Fantolino: esterno che può giocare su entrambe le fasce. Elemento essenziale per la squadra. Una furia in pressing e dotato di una corsa spettacolare. Può ancora migliorare tecnicamente.

Lorenzo Carelli: un jolly cresciuto tantissimo col tempo. Giocatore che lavora sempre bene. Un ottimo punto di partenza per costruire una squadra.

Nicolò Mavilla: centrale di difesa o centrocampo che difficilmente viene saltato dagli avversari.

Andrea Taffarel: esterno che è uno stantuffo. Carattere un po’ da gestire ma se si impegna può diventare davvero molto forte.

Jacopo Feodot: difensore centrale dotato di un tiro che per precisione e potenza non si trova facilmente nella categoria. Può migliorare sul piano della velocità.

Alessio Vasiliu: altro difensore centrale molto affidabile che può disimpegnarsi bene anche a centrocampo.

Vito Ventrella: un brevilineo tecnicamente forte che si è unito al gruppo a stagione iniziata.

Giovanni Schiavone: punta molto brava a giocare di sponda. Un pivot abile nella protezione della palla che sa come far salire la squadra.

Jacopo Argiri: trequartista o seconda punta. Giocatore molto offensivo che si distingue per la tecnica sopraffina e un gran bel tiro.

Riccardo Petrilli: esterno difensivo o centrocampista. Grinta e tenacia le sue caratteristiche più marcate.

Fabio Tortorici: centrale difensivo con ottimo senso della posizione e che si impegna sempre al massimo.

Patrick Wessitchen: attaccante che può fare la differenza con la sua velocità. Da sgrezzare tecnicamente e tatticamente.

 

Il Venaria Esordienti 2009 con la divisa da trasferta