Si presenta il Beiborg di Giacomo d’Amico: umanità e rispetto

Presentazione dei giocatori guidati da D'Amico

0
315
Il Beiborg 2009
Il Beiborg 2009

Giacomo D’Amico, allenatore del Beiborg, parla della sua storia calcistica e della squadra, guidata quest’anno, degli Esordienti 2009.

D’Amico, nato nel 1984, ha sempre militato fin dal suo debutto nella Scuola Calcio del Borgaretto, nel 1990. Nel ruolo di mediano con il numero 4, D’Amico ha visto la prima fusione tra il Borgaretto stesso ed il Beinasco tra il 1998 ed il 2002, che generò, appunto, il Beiborg. Ha partecipato ad alcuni campionati regionali durante gli anni del Settore Giovanile, vincendo il campionato negli Allievi Fascia B con il ruolo di capitano. Dopo la Juniores, D’Amico ha vinto il campionato di Terza Categoria, arrivando a disputare la Prima Categoria.

Negli ultimi anni, ha iniziato ad allenare, soprattutto gruppi di Pulcini, arrivando negli ultimi mesi ad occuparsi dei 2009. D’Amico afferma: «Ho preso questo gruppo a settembre, in precedenza ho allenato per due anni e mezzo i Pulcini 2010. Nella categoria degli Esordienti del primo anno, abbiamo in totale 23 atleti che ruotano. Le circostanze attuali, purtroppo, ci hanno consentito di disputare una sola gara di campionato nel girone L. In generale, i giocatori tifano quasi tutti la Juventus, e devo ammettere che sono tutti ragazzi composti ed alla mano. Trovo una grande umanità in ciascuno di loro ed un grande rispetto per sé stessi e per i loro rispettivi avversari. Sono proprio un gran bel gruppo».

Ecco, qui di seguito, i 15 calciatori con i quali D’Amico si è, finora, principalmente allenato:

Luca Alcaro: portiere, ben sistemato, forse non altissimo, tuttavia è capace di tenere la posizione in modo egregio.

Davide Bruno: esterno alto destro, lavora spesso di fino. Tecnica evoluta, piuttosto determinato in gara, ci mette molto impegno. Ha, inoltre, buoni piedi e capacità di tiro.

Manuel Cipriani: esterno sinistro, bravo sul terreno di gioco, fa la differenza. Davvero esperto in dribbling e finte.

Gabriele Cochior: ottimo centrocampista, grande impostazione nel tirare, impegnato nella fascia centrale. Giocatore praticamente completo.

Nicola Conte: portiere, sta crescendo tanto ultimamente, molto serio e concentrato durante i match. Atleta sufficientemente alto.

Diego De Stefanis: centrocampista centrale, tecnica evidente, visione di gioco ben presente, impegno immenso. Sta migliorando moltissimo negli ultimi tempi.

Andrea Farinelli: punta, estremamente rapido, ha il senso del gol, come durante l’ultimo Grande Slam. In quel torneo ha creato un super pallonetto.

Tommaso Fucito: difensore, dotato di un’ottima stazza, tecnicamente ben impostato. Ha una notevole intelligenza sportiva nonché visione di gioco.

Luca Greco: laterale destro, impiegato sia alto sia basso. In campo è una vera scheggia, molto abile e veloce.

Orlando LataJ: centrocampista, corre come un fulmine, è grintosissimo tra le due aree di rigore. Il dinamismo è il suo forte.

Simone Llanaj: portiere e, all’occorrenza, giocatore di movimento. Alto, dotato di buona tecnica, è davvero in gamba, e può fare la differenza.

Alberto Mittica: difensore, arcigno, sempre pieno di un buon grado di tempismo e di grinta. Viene impiegato sia centralmente o come esterno destro.

Andrei Stefan Paduraru: difensore, un molosso in campo, quasi un gigante. Tanto cuore e spirito di sacrificio.

Francesco Persello: difensore centrale, altissimo per la sua età, sovrasta ogni avversario, un autentico muro. Intelligente, molto coscienzioso ed ottima visione di gioco.

Francesco Pizzimenti: punta, tecnica eccellente, agilità indiscutibile, è una vera e propria promessa per il futuro.

Un augurio a tutta la squadra, che possa tornare presto ad allenarsi, come tutta la Scuola Calcio!