Mauro Pennone, dirigente Chieri 2008: i derby con il figlio Jacopo e quella coppa…

«Mio figlio tifa Juventus, mentre io sono del Torino. Quando guardiamo le partite insieme ci divertiamo sempre e ogni tanto ci prendiamo un po' in giro»

0
427
Mauro e Jacopo Pennone, Chieri 2008
Mauro e Jacopo Pennone, Chieri 2008

È sempre un derby in casa Pennone: papà Mauro Pennone tifa Torino, mentre la squadra del cuore del figlio Jacopo è la Juventus. In campo però sono più uniti che mai.

«Sono diventato dirigente del Chieri 2008 5 anni fa. Alcuni dirigenti della società mi hanno indicato come possibile scelta, io avevo del tempo libero e così ho accettato. Sul campo sono distaccato e obiettivo, penso al bene di tutta la squadra. Tutti i genitori spronano i propri figli e lo faccio anche io. Sono sempre felice quando Jacopo segna, quando svolge una buona azione e soprattutto del suo fairplay. Però in campo l’imparzialità deve sempre essere mantenuta. Sono un po’ il “papà di tutti” i ragazzi della squadra, loro spesso mi parlano quando hanno un problema durante il gioco» racconta Mauro Pennone.

Pennone è molto orgoglioso del figlio Jacopo, del suo modo di giocare e della sua grinta: «Indimenticabile è stato un torneo di qualche anno fa, Jacopo aveva 9 anni. Si giocavano 3 tempi e la squadra perdeva di parecchio. Jacopo ha tirato fuori tutta la sua grinta e ha trascinato i compagni alla vittoria. Hanno segnato un sacco di gol facendo un grande ribaltone. A fine partita l’allenatore ha dato ha Jacopo la coppa per festeggiare».

Jacopo e suo papà il calcio lo vivono anche a casa, un po’ da rivali: «Mio figlio tifa Juventus, mentre io sono del Torino. Quando guardiamo le partite insieme ci divertiamo sempre e ogni tanto ci prendiamo un po’ in giro. Viviamo il calcio a tutto tondo. Nel periodo di stop abbiamo continuato ad allenarci, andavamo al parco vicino a casa e facevamo degli esercizi fisici e ci allenavamo nel palleggio. Non ci siamo mai fermati».

Ovviamente non possono mancare le giornate allo stadio: «Qualche anno fa con i ragazzi del Chieri abbiamo assistito alla partita di campionato femminile Juventus-Fiorentina allo Stadium. 3 anni fa invece con tutta la famiglia e con degli amici siamo andati a San Siro a vedere l’amichevole Italia-Germania. È stata una bella esperienza, c’era il tifo, l’emozione dello stadio pieno, tutte cose che speriamo di ritornare a vedere presto».

Auguri a tutti i papà!