Nicola Natale e la nuova esperienza in FIGC con il Leo Chieri 2008

Una vita calcistica nel chierese per l'istruttore degli Eso

0
351
Il Leo Chieri 2008
Il Leo Chieri 2008

Per Nicola Natale il calcio è pura passione da quando è bambino. Una passione che non ha mai abbandonato, anche nei momenti più difficili come quello che stiamo vivendo. Oggi allena il Leo Chieri 2008, dove gioca anche il figlio Edoardo.

«Il Leo Chieri è una società in cui la maggior parte delle squadre gioca in CSI. Da questa stagione ha voluto provare a portare i 2008 in FIGC, così a settembre ho cominciato questa nuova avventura con loro. Siamo partiti con gli allenamenti pensando di essere finalmente usciti da questa pandemia. Abbiamo fatto una buona preparazione, i ragazzi hanno risposto bene, sono ancora bambini quindi è più semplice. Tutto il nostro entusiasmo si è presto spento perché ci siamo dovuti nuovamente fermare. Siamo riusciti a giocare solo una partita contro la Juventus femminile. A gennaio ci sono stati ancora degli allenamenti, ma purtroppo tutto quello che i ragazzi avevano acquisito fisicamente è andato perso. La tecnica però è rimasta».

Prima di diventare allenatore Natale ha giocato a calcio per passione: «Ho iniziato a 10 anni al Castelnuovo Don Bosco perché amavo il calcio. Poi sono andato al Buttigliera d’Asti dove è arrivato l’infortunio che mi ha fatto fermare per qualche anno. Quando ho ripreso a giocare lavoravo già e facevo dei tornei di calcio a 8 e 9 con gli amici. Ho sempre giocato per pura passione».

Poco prima dell’infortunio c’è stato un anno particolare che Natale ricorda con un po’ di dispiacere: «Ci fu una rivoluzione a livello societario e la squadra fu completamente cambiata. La “vecchia guardia” fu tagliata fuori, quindi passai dall’essere il capitano al non giocare più. Dopo aver smesso con il calcio giocato ho deciso di cominciare ad allenare il San Giacomo. Nel 2010 mi sono fermato, lavoravo e avevo i figli piccoli, ma circa 3 anni fa sono tornato sul campo. Ho iniziato come dirigente nella squadra di mio figlio, il Duomo Chieri per poi diventare allenatore».

Nicola Natale, allenatore del Leo Chieri 2008
Nicola Natale, allenatore del Leo Chieri 2008

Oggi Nicola Natale è alla guida del Leo Chieri 2008, dove gioca anche il figlio Edoardo: «È sempre difficile avere in squadra il proprio figlio, soprattutto quando iniziano a diventare grandi e a non voler più i genitori intorno. Ad un certo punto bisogna lasciar loro un po’ più di libertà, come faccio già con Edoardo. Sono molto contento dei miei ragazzi, sono un gruppo affiatato ed educato. Sono tanti, 21 ragazzi, e devo ringraziare i miei collaboratori che mi aiutano a seguirli al meglio: Maurizio Dra (allenatore portieri), Michele Sepengo e Roberto Veronese. In questo periodo di stop ho dato qualche dritta ai ragazzi per mantenersi in allenamento, ma non organizziamo degli incontri online. Non sono molto a favore di questi ultimi perché credo che sia un periodo un po’ stressante per loro, che devono già seguire la DAD e magari non tutti hanno voglia di seguire altre “lezioni”».

Ecco il Leo Chieri 2008: Aliaj Lorenco, Ballacchino Luca, Belhamama Zaccaria, Belmondo Alberto, Campo Eduardo, Coppeta Simone, Crosta Giorgio, Dra Massimiliano, Faccioli Lorenzo, Legato Simone, Maniscalco Alessandro, Montalto Cristian, Natale Edoardo, Pettenello David, Pirrotta Marco, Sepegno Alessio, Serato Luca, Sharuk Marko, Vaj Andrea, Veronese Carola.