Genesi di un gruppo straordinario: lo Spazio Talent Soccer 2010 di Antonio Aracri

Quel fenomenale torneo al Lucento...

0
326
Antonio Aracri e la squadra dei Pulcini 2010 della Spazio Talent Soccer

Che L’unione fa la forza lo sanno bene Antonio Aracri ed i ragazzi della categoria Pulcini 2010 dello Spazio Talent Soccer.

Quattro anni fa, Antonio Aracri fu chiamato dallo Spazio Talent Soccer per occuparsi inizialmente della categoria Allievi. Ma passato quasi un anno dall’incarico fu scelta comune quella di passare ad allenare i Pulcini 2010, gruppo che in corso Appio Claudio ha già dato tantissime soddisfazioni. In una carriera dedicata prevalentemente alla categoria Allievi, che vide Antonio Aracri insegnare sia nel Fiano che al Pianezza, si fece avanti una nuova esperienza professionale. Insieme ai suoi Pulcini 2010, Antonio Aracri diede il via nella Spazio Talent Soccer ad un personale percorso di crescita e formazione condivisa.

Da tre anni segue in campo i Pulcini 2010 sin dalla prima fase di avvicinamento al calcio: «mentre questi ragazzi imparavano a giocare e maneggiare il pallone – dice Antonio Aracri – io imparavo come lavorare al meglio con loro. Avendo allenato prevalentemente fasce di età più grandi, con questi ragazzi dovevo creare un nuovo metodo ed approccio per trasmettere le mie conoscenze».

Fin da subito i ragazzi hanno dimostrato di avere un grande spirito di squadra che Antonio Aracri non ha potuto fare a meno di appoggiare e sottolineare in quanto allenatore:  «Questi ragazzi si son mostrati da subito molto uniti, non si son mai dati per vinti e si è sempre vissuto un profondo rispetto reciproco – continua Aracri Antonio – è stata per me un’occasione molto positiva per crescere insieme a questi ragazzi; ci siamo ambientati subito». Ed è su questa base di armonia che Antonio Aracri motiva e spinge gli allenamenti, accompagnando i suoi ragazzi alla conquista di preziosi risultati: «Tra tutte le partite della squadra dei Pulcini 2010 ricordo sia il Torneo Lucento conclusosi con un 2-1 per noi, sia la vittoria del Campionato Invernale 2019 con 79 reti e 0 gol subiti». Un Girone Q conquistato in maniera eccezionale grazie ad una prestazione di squadra importante ed ai tanti gol fatti, molti dei quali ad opera di Leonardo Monzillo. Non mancando poi di portare in luce un dettaglio molto importante aggiunge: «la vittoria è un bel traguardo, ma vedere applicati gli insegnamenti e i valori trasmessi durante gli allenamenti è il risultato più grande».

«L’unione fa la forza! Questi ragazzi per me vincono già per il solo fatto di essere in grande armonia tra loro, giocando sempre nel rispetto di tutti».

Roberto Dilillo: Nella squadra con il fratello gemello Simone formano un duo particolare. Roberto è difficile che faccia passare un pallone tra i pali, è molto attento al gioco ed è un grande sostenitore della squadra. Tifoso dell’Inter.

Simone Dilillo: Fratello di Roberto, avvalora la sua squadra con il titolo di “Fantasista” per la capacità di trovare modi sempre diversi di sfruttare le possibilità di gioco dalla posizione centrale. Tifa per il Toro.

Matteo Teriotti: Altro valido portiere che con reattività segue le azioni di gioco e raramente lascia che i palloni tocchino la rete. Tifoso della Juve.

Diego Pascali: “Il muro impenetrabile” della difesa, abile tecnicamente porta in gioco tutta la sua grinta. Tifa per la Juventus.

Emiliano Greca: “è come una seracinesca”, difensore capace determinato a non far avvicinare il pallone alla porta. Tifoso della Juve.

William Kontchap: Detto “Willy” è la punta veloce dal fisico atletico che sottoporta è una “punta di diamante”. La sua squadra del cuore è la juventus.

Andrea Castagneri: E’ “il regista” del gioco, è un eccezionale servitore di palloni e la sua testa studia sempre il gioco. Anche lui Tifoso della Juve!

Tommaso Santovito: Velocista centrale che sfrutta la sua rapidità per muovere il gioco in favore della sua squadra. Amante a sua volta della Juve.

Loris Barbera: In posizione centrale per sfruttare la sua rapidità di gioco, si districa abilmente dalle azioni di gioco avversarie. Come i suoi compagni ha un cuore Juventino.

Giulio Brocani: “E’ un piccolo leoncino” per la grinta ed il gran cuore che dimostra in campo, sia si tratti di un allenamento che di una partita. Gioca nel ruolo di laterale ed è un tifoso del Toro.

Alberto Da Re: Giocatore new entry proveniente dal Venaria, è energico e come terzino sfoggia tutta la sua abilità con il pallone. Si è subito ambientato nella squadra. Si conferma anche lui Juventino!

Edoardo Principi: Arrivato dalla Sisport anche lui nuovo arrivato accolto a braccia aperte dagli altri ragazzi. Gioca nel ruolo di difensore con tenacia. Si ispira alla Juve, la sua squadra del cuore.