Il dirigente Cristian Serino, il Mirafiori 2010 e la sfida spagnola

Un bel ricordo il Gusella con le prof

0
254
Mirafiori 2010 di Gabriele Basile (in foto Federico Calò)
Mirafiori 2010 di Gabriele Basile (in foto Federico Calò)

«Credo che il momento più emozionante che ho vissuto da quando sono dirigente di questa piccola, ma accogliente realtà, sia stato il Torneo Gusella; i miei piccoli calciatori hanno avuto la possibilità di scontrarsi con squadre di altissimo livello come la Juventus, la Roma, la Sampdoria ed il Torino, che non sempre si ha la possibilità di incontrare; è stato molto stimolante per la crescita dei miei ragazzi ma soprattutto un’indescrivibile soddisfazione vederli battersi fino alla fine, uniti come uno solo». Queste sono le parole di Cristian Serino, dirigente dei Pulcini 2010 del Mirafiori, che da anni ormai segue questo gruppo spinto da un amore incondizionato per il pallone e dalla volontà di seguire più da vicino di suo figlio Alessandro.

Della sua carriera di calciatore Cristian Serino ricorda invece, con nostalgia, un piccolo torneo organizzato al campo sportivo Giampiero Combi durante il quale tutti avevano ospitato per tre giorni i ragazzi della squadra spagnola “San Gabriel” in trasferta: «È stata un’esperienza unica ed indimenticabile, abbiamo affrontato non solo squadre di tutta Europa, ma abbiamo anche conosciuto le loro differenti culture ed è stata un’occasione per imparare da qualcuno che forse mai più avremo rivisto».

Ed è in quegli attimi di spensieratezza che Cristian Serino ha capito di non voler più abbandonare il campo e la sua grande determinazione e positività lo hanno portato a buttarsi in una nuova avventura, quella appunto del dirigente: «Il calcio è senza alcun dubbio cambiato, ma con lui sono cambiato anche io; il calcio di oggi ci dà la possibilità di sperimentare strategie di gioco sempre nuovo, e così di formare al meglio i profili tecnici delle nostre piccole promesse; anche se i valori del passato, la versatilità, la grinta ed il cuore, rimangono le basi per un futuro brillante».

In un momento così delicato, come quello in cui siamo stati catapultati improvvisamente è proprio la grinta che ha permesso a Cristian Serino e ai suoi ragazzi di non scoraggiarsi, società e famiglie hanno collaborato insieme per mantenere vivo il legame che li unisce:  «Non solo noi dirigenti, ma anche gli allenatori ed i ragazzi stessi hanno alleggerito il clima, sicuramente poco felice, ed abbiamo affrontato il tutto come una sfida; nonostante lo stop i ragazzi hanno infatti recuperato in fretta superando di gran lunga le aspettative».

LA SQUADRA

Un gruppo unito, fuori e dentro al campo, quello del Mirafiori 2010, conosciamo ora la rosa dei gialloblu: Alessandro Alberti, Riccardo Bevilacqua, Omar Briber, Christian Cassano, Diego Contaldo, Valentin Manuel Creto, Raoul D’Anglo, Nicolo Dattolo, Benjamin Ezemba, Daniel Ferrero, Besis Halilaj, Tommaso Ladisi, Edoardo Livigni, Francesco Longo, Matteo Marotta, Samuele Palladino, Federico Pasquale, Alessandro Porzio, Simone Reale, Federico Rossi, Claudio Russo, Alessandro Sciascia, Alessandro Serino.