Cerca

Tornei

Memorial Masciavè: trionfo Cheraschese con il solito Matteo Maiolo, il Pinerolo dà battaglia ma cede nel finale

10 nerostellato sempre decisivo, impeccabile Pitzus per i pinerolesi e ottime parate da parte del portiere cuneese Federico Chieregato

La cheraschese vincitrice del Memorial

I classe 2009 di Fabio Manno alzano il trofeo del Memorial Masciavè

Memorial Masciavé: dopo che il Chisola si è aggiudicato il terzo posto nel match contro il Lascaris grazie a tre reti di Quero, una di Marello e un'altra firmata da Vinci, la finalissima vede scontrarsi il Pinerolo di Iaccarino e la Cheraschese di Manno. Due frazioni di gioco piuttosto equilibrate e combattute che vedono i biancoblù spiccare per tecnica, mentre i nerostellati si fanno valere principalmente grazie all'immensa fisicità in attacco e in difesa. Il primo tempo è carico di azioni e trame di gioco e  i pinerolesi si fanno spesso vedere in zona d'attacco con molteplici occasioni da gol. Nel secondo invece tornano a farsi notare anche i ragazzi di Cherasco, e dopo 17' di gioco Matteo Maiolo piazza il colpo decisivo del match, rete che porterà i suoi ad alzare il trofeo al triplice fischio. 

Occasioni per i biancoblù. La prima frazione di gioco parte frenetica già dal primo minuto con una pericolosa azione, che vede protagonista l'attaccante numero 7 del Pinerolo Luigi Ponticelli: nulla di concluso grazie ai salvataggi della difesa avversaria. Si continua notando, per alcuni minuti, un ottimo possesso palla da parte della Cheraschese e una buona difesa della sfera, in particolare da parte dell'attaccante Matteo Maiolo. Qualche minuto dopo la situazione di ribalta completamente: Andrei Sabau, attaccante sulla fascia pinerolese, prende palla e sfrutta la sua efficiente velocità portandosela fino in zona gol, sarà poi lì fermato dal difensore nerostellato Eros Garrone, sempre pronto a spazzare via palloni pericolosi. Poco dopo si ripete una situazione simile in cui vediamo sempre protagonista Sabau, che riprende palla e inizia nuovamente a correre pericolosamente lungo tutta la fascia, sta volta però viene fermato prontamente dal numero 11 avversario, Federico Colombano. Punizione per la Cheraschese poco fuori area battuta dal difensore Lorenzo Balocco: non male ma non basta a centrare il bersaglio per la prontezza nel spazzare via il pallone da parte del pinerolese Dean Buraci. Continua il match con parecchi combattimenti a centrocampo, in cui è notevole la presa di iniziativa nel voler far ripartire l'azione da parte di Colombano, anche se per il momento non è sufficiente a togliere la voglia ai pinerolesi di tornare in zona gol: questa volta vediamo uno scatenato Mattia Pitzus prendere palla e tenersela per alcuni metri, verrà fermato solo all'ultimo dal difensore cuneese Lorenzo Balocco. Pochi secondi dopo, ancora un irrefrenabile Pinerolo vede protagonista il suo numero 10, Leonardo Cardetti, attuare un tiro parecchio interessante da fuori area, che però finirà poco sopra la traversa. Notevole, sempre Cardetti, per la sua capacità di saper cercare i compagni e far ripartire le azioni da dietro, notevole anche la sua intesa con il compagno Sabau. Metà del primo tempo: ennesima azione pericolosa da parte dei biancoblù grazie alla giocata meravigliosa tra Leonardo Cardetti e Jacopo Calonico, anche questa volta non si concretizza per pochissimo. Il dominio pinerolese è affermato da parecchi minuti ormai, lo possiamo notare grazie all'ennesima buona azione del numero 4, Nicolò Pau, anche lui impeccabile nel servirla a Sabau che prova il tiro da fuori area: uscirà per poco. Tornano, verso il 15', a farsi notare anche i ragazzi di Fabio Manno, con un gran tiro di Maiolo, prontamente parato dal portiere Gianluca Favano. Continuano i cuneesi a spazzare via parecchi palloni pericolosi nonostante l'aggressività del Pinerolo. Ottimo anche il recupero palloni del nerostellato Federico Ferrero. Verso gli ultimi minuti della prima frazione di gioco arriva da parte della Cheraschese una bella occasione grazie al numero 4 Jacopo Carrero: verrà fermato strepitosamente e con un intervento pulito, in area di rigore, dal difensore avversario Vittorio Paone. Termina così a reti bianche il primo tempo della finalissima.

Maiolo decisivo fino alla fine. Rientrano i campo le due squadre, ancora più agguerrite di prima: il biancoblù Gabriele Costa prova a servirla al compagno attaccante Jacopo Calonico: troppo lunga. Rimangono comunque in zona gol i ragazzi di Iaccarino, con una bella punizione battuta da Costa ma parata benissimo dal portiere avversario Federico Chieregato. Efficientissimi in difesa pinerolese Luca Nido, Dean Buraci e Gabriele Costa a non fare passare palloni pericolosi. Alcuni minuti dopo vediamo l'attaccante cuneese Luca Stra che punta alla zona gol sfruttando la sua velocità ma viene fermato sul più bello dal biancoblù Gabriele Costa. Verso il 12' ci va di nuovo molto vicino la Cheraschere, con il suo bomber Maiolo, ma non entra per poco. Dopo alcuni combattimenti a centrocampo viene battuta una punizione, sempre da Maiolo, deviata poi sempre dal solito salvatore Gabriele Costa. Un secondo tempo sicuramente più combattuto del primo, che al 17' vede Matteo Maiolo prendersi il pallone a centrocampo, tenerlo, portarlo a tutta velocità verso la porta e firmare la rete senza troppe difficoltà: va così in vantaggio la Cheraschese a pochi minuti dalla chiusura. Le ultime battute del match vedono gli avversari provarci parecchio e continuare a non mollare, ma non basta: i cuneesi alzano la coppa al triplice fischio grazie ad una bellissima rete del bomber numero 10, protagonista assoluto di questa fase finale del Memorial Masciavé.

IL TABELLINO DELLA FINALE

PINEROLO-CHERASCHESE 0-1

RETE: 17’ st Maiolo

PINEROLO: Favano, Nido, Costa, Pau, Buraci, Paone, Ponticelli, Pitzus, Calonico, Cardetti, Sabau, Gaiotto, Bagnis. All. Cozzula-Pau. Dir. Calonico-Buzzi

CHERASCHESE: Chieregato, Garrone, Balocco, Carrero J., Marengo, Rizzo, Carrero G., Ferrero, Stra, Maiolo, Colombano. All. Manno. Dir. Marengo M.-Marengo R.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Terzo Tempo

Caratteri rimanenti: 400

Edicola DIgitale