La Skillstar di Brunacci tra ambizioni e cuore, vola verso il futuro

L'ex istruttore del Toro ora ai 2010 di via Servais

0
248
Skillstar 2010 di Riccardo Brunacci
Skillstar 2010 di Riccardo Brunacci

Riccardo Brunacci, oggi istruttore dei Pulcini 2010 della SkillStar, nonostante la giovane età ha dimostrato fin da subito grande determinazione e voglia di fare. Al secondo anno della facoltà universitaria “SUISM”, dove frequenta corsi che formano al meglio il suo profilo di istruttore, ha allenato il Lascaris ed ha inseguito fatto un tirocinio presso il Torino calcio della durata di 4 anni.
Prima di approdare nel modo del calcio sotto le vesti di allenatore è stato anche un calciatore, ha iniziato come difensore centrale al Rivoli, per poi proseguire all’Alpignano e al Lascaris per due anni, terminando infine all’ F.D.C Città di Rivoli.
«Il calcio soffre, come ogni realtà alle prese con lo sconvolgimento determinato dalla pandemia da Covid-19» ha dichiarato Brunacci, che nonostante tutto però si mostra fiducioso nei confronti dei suoi ragazzi: «Si prospettano momenti di difficoltà ma anche di idee e progetti che possono offrire soluzioni in modo da mantenere i progressi fatti dalla squadra, che si trova in una fascia di età di pieno apprendimento ed ha perciò bisogno di continui stimoli. È sempre necessario assumere un atteggiamento di maturità e responsabilità, sfruttando al meglio ogni strumento disponibile senza superare il limite – prosegue Brunacci, che in accordo con società e famiglie si è tenuto in contatto con i suoi ragazzi per tutta la durata dello stop – Mi sono sentito in dovere di sentire telefonicamente i bambini, non solo per continuare a spronarli calcisticamente, ma anche per dare un piccolo supporto emotivo e dimostrare che un gruppo come il nostro è legato in primis da stima e affetto».
Alla ripresa del campionato i piccoli della SkillStar hanno infatti dato prova di essere un gruppo unito e determinato, disputando partite appassionate e ricche di colpi di scena, una tra le tante quella giocata contro il Venaria, che ha dato loro una forte carica positiva e li ha portati in fuga verso il futuro per sfuggire alle difficoltà del presente.
Brunacci ci ha anche elencato più approfonditamente le caratteristiche tecniche e le personalità di tutti i suoi ragazzi:
STEFANO CAMPOREALE: piccoletto ma molto veloce, si va valere in ogni situazione e dimostra al meglio le sue potenzialità nel ruolo di attaccante; è inoltre autore di goal decisivi;
NICOLO’ TORRE: centrocampista dotato di una grande tecnica, capace di disegnare il gioco al meglio, noto come il “regista” ha inoltre grande senso della posizione;
GABRIELE AMETIS: difensore molto preciso in tutti i suoi interventi, un elemento fondamentale per la sicurezza della squadra, la grinta ed il cuore sono il suo punto di forza;
IVAN FONTANA: riscoperto da quest’anno nel ruolo di portiere ha dimostrato un talento innato, esplosivo ed agile, sempre a suo agio tra i pali;
ALEX DEMILATO: esterno sinistro velocissimo lungo la fascia, il suo mancino magico lo rende spesso protagonista di azioni cruciali ; riesce sempre ad esprimersi al meglio con il suo gioco;
MATTEO PERILLO: esterno destro provvisto di una tecnica eccellente, insieme ai suoi compagni Torre e Camporeale è autore di triangolazioni che portano al goal;
MATTIA CELENGHIN: difensore “roccioso” d’altri tempi, arrivato quest’anno dal Lucento ha dimostrato grande carattere e prontezza;
LUDOVICO TESSORE: portiere dinamico e agile, molto abile con i piedi e preciso nel gestire i lanci subiti dalla distanza;
DARIO FETESCU: difensore molto grintoso dentro e fuori dal campo, “Leader trascinatore” è un punto di riferimento per i suoi compagni;
MATTEO VALENTINI: centrocampista energico e risoluto è uno dei migliori nei contrasti, dotato di ottima intelligenza calcistica;
RICCARDO FULCO: giocatore versatile che dimostra grande tecnica e velocità in attacco o sulla fascia destra, la sua estrema precisione lo rende fondamentale nelle dinamiche del gioco;
FILIPPO CIMMARUSTI: anche lui un “Jolly”, difensore ed esterno destro molto forte nel recupero palla, la passione è ciò che lo contraddistingue;
MATTEO FERRERI: instancabile si muove ininterrottamente sulla fascia, è per questo autore di assist e goal importantissimi.

Una società coesa che rende il campo da calcio un luogo di sfogo per i ragazzi, in cui non vengono insegnate nozioni puramente calcistiche, bensì di vita. Lo sport, in una condizione così difficile come quella attuale permette ai ragazzi di rimanere uniti se pur distanti, ed è per questo che Riccardo Brunacci e la SkillStar continuano a coltivare con determinazione i talenti di questi piccoli calciatori.