Tomaino, i Pulcini 2010 del Cafasse Balangero e la grande voglia di giocare

Istruttore grazie all'amico, ed ora collega, Alessandro Togni

0
299
Giuseppe Tomaino ed Alessandro Togni con i Pulcini 2010 del Cafasse
Gli allenatori Giuseppe Tomaino ed Alessandro Togni con i Pulcini 2010 del Cafasse

Giuseppe Tomaino da ormai quasi due anni è il vice allenatore dei Pulcini 2010 nel Cafasse insieme al suo collega ed amico Alessandro Togni.

Giuseppe Tomaino ha iniziato a giocare a calcio quando aveva sei anni nel San Francesco Venaria. Dopo dodici stagioni di allenamenti e partite sente di aver perso l’ispirazione in gioco e decide di lasciare. Con un po’ di titubanza ed incertezza nel 2019 decide di smettere di giocare, anche se il calcio per lui è sempre stato un grande amore. Nello stesso anno in cui si ritira però la fortuna lo prende in contropiede. Il suo conoscente ed amico Alessandro Togni, attuale allenatore dei Pulcini 2010 del Cafasse, gli propone di affiancarlo come istruttore. Giuseppe Tomaino racconta: «Non avevo più l’ispirazione per continuare a giocare in quell’anno, poi mi arrivò questo particolare invito da Alessandro Togni. Allenare mi ha riacceso la scintilla per il calcio».

Giuseppe Tomaino dimostra da subito una propensione verso l’insegnamento data anche dalle sue esperienze personali: «Quando ho cominciato ad allenare è stato bello, mi piacciono molto i bambini. Ero abituato a relazionarmi bene con loro perché partecipavo spesso alle attività per i bambini dell’oratorio». Questa nuova prospettiva quindi oltre che piacergli molto gli fa sentire il ritorno di fiamma verso il pallone. Racconta: «In questi due anni ad allenare mi sono accorto che vedere i ragazzi in campo a divertirsi mi ha fatto tornare una gran voglia di ricominciare a giocare, mi ha fatto ricordare cosa amo di questo sport!». Nell’insegnare il calcio ai suoi ragazzi Giuseppe Tomaino ricorda anche il valore educativo che apporta questa attività sportiva: «Non esiste solo la Serie A come obiettivo, il calcio è uno sport che crea aggregazione e trasmette dei valori, insegna delle regole che valgono anche al di fuori del campo».

Come allenatore della squadra Pulcini 2010, Giuseppe Tomaino prova grande affetto e cura per tutti i suoi ragazzi. Con impegno, ascolto e divertimento cerca sempre di mantenere viva in loro la passione per il pallone, invitandoli a cogliere ogni aspetto educativo all’interno di questo bellissimo sport.

Giuseppe Tomaino ed i Pulcini 2010 del Cafasse
Giuseppe Tomaino ed i pulcini 2010 del Cafasse

 

Ecco i ragazzi dei Pulcini 2010 Cafasse presentati da Giuseppe Tomaino:

Daniele Arctis: Detto “Dani”, gioca nel ruolo di attacco o esterno e la sua caratteristica principale è il pressing.

Mattia Apuzzo: del 2011 detto “Matti”, nel ruolo di difensore sfoggia tutto il suo carattere. Di lui si può dire che “tiene la cazzimma”.

Sebastiano Beria: “Seba” è uno dei nuovi arrivati. Viene dal Fiano e da bravo bomber gioca nel ruolo in attacco.

Alessandro Bersano: “Ale” è del 2011 e gioca come attaccante. Il suo punto di forza è la capacità di tenere palla grazie alla sua buona tecnica.

Martina Bertolo: “Marty” è un’altra new entry che gioca sua in centro che come esterno. La sua capacità fisica e tecnica si convogliano nei suoi tiri precisi.

Manuel Bertuol: Chiamato “Manu” ma soprannominato “Flash” per la sua velocità nella corsa gioca come esterno.

Ivan Calò: Ivan è il guerriero della squadra fisicato e senza paura. Gioca nel ruolo di difensore come una barriera insormontabile.

Nikolas Casali: Detto “Niko” gioca nel ruolo di portiere. La porta è il suo forte e si tiene impegnato anche nel seguire il gioco.

Samuele Ceretto: “Samu” sa come si tiene palla, è molto forte sia fisicamente che caratterialmente. Gioca nei ruoli di difesa o centrocampo.

Denis Pavel Cheorleu: Anche lui del 2011 che quest’anno è passato di categoria. Gioca nel ruolo di difensore. I suoi punti forti sono la tecnica e la precisione.

Demetrio D’Ario: Detto “Deme” anche lui viene dall’Alfiano come “Seba”. Gioca in ruolo centrale e di difesa per la sua capacità di pressing e di anticipazione del gioco.

Francesco Forcetti: Altro Bomber della squadra, segue sempre la palla e corre veloce. Chiamato “Force” gioca nei ruoli di centrocampo ed esterno.

Leonardo Giacometti: Del 2011 gioca nel ruolo di attacco. La velocità e l’impegno in gioco sono le sue doti, il suo soprannome è “Leo”.

Yuri Patti: È un esterno che porta in campo una buona tecnica. I punti di forza sono lo scatto e la velocità.

Giulio Pavan: 2011 che giocava già prima di entrare in squadra. Inserito come attaccante gioca al meglio le sue abilità nel tenere palla con una buona tecnica.

Lorenzo Rosariano: Ugualmente del 2011 lo troviamo in campo come esterno o centrocampista. “Lori” è un gran corridore che affianca una buona tecnica al gioco.

Matteo Rubbiola: Difensore dal grande coraggio, “Matte” mette in gioco la sua tecnica e la sua temerarietà nelle azioni di gioco.

Kevin Runchella Scaffini: Si è soprannominato da sé “K”, una scelta molto originale. Gioca come difensore ed i suoi punti forza sono la tecnica e la velocità.

Francesco Prina Vottero: Detto “Fra” è il primo anno che gioca in porta per la squadra. Lo caratterizzano l’impegno in gioco e la tecnica.